indietro

“Bravi questi ciclisti, vorrei consigli da loro”: Davide Nicola ieri pomeriggio ospite dello stand Aido come «testimonial»

L’allenatore del Crotone a giugno ha pedalato fino a Torino per festeggiare la salvezza

09/07/2017

Lo scorso giugno ha pedalato da Crotone a Torino per onorare un «fioretto» fatto due mesi prima: «Se ci salviamo, rientrerò a casa in bici (lui è originario di Luserna San Giovanni, ndr)». Ieri ha spiegato: «Al giorno d’oggi, se si crede in qualcosa e lo si vuole trasmettere a qualcuno - nel mio caso a un gruppo di giocatori negli spogliatoi - occorre anche agire in prima persona, dimostrare con i fatti la propria fiducia, annunciare qualche obiettivo da centrare».

Davide Nicola, riconfermato mister dei calabresi nella serie A di calcio, in occasione della «Fausto Coppi», accompagnato dalla moglie Laura è stato invitato a Cuneo dall’Aido provinciale come «testimonial ». «Dare qualche consiglio ai ciclisti che stanno per affrontare tutte queste salite? Sono io che chiedo consigli a loro, sono tutti molto bravi» ha aggiunto mentre, davanti alla «Carta del donatore Aido», ricambiava gli affettuosi saluti di tifosi (fra i quali Eva Callipo e Valter Vercellone), firmava autografi e si concedeva ai «selfie», guidato da Gianfranco Filippi (presidente Aido Comunale Cuneo) ed Enrico Giraudo (vice presidente Aido provinciale; presidente è Gianfranco Vergnano, che è anche segretario nazionale). «Talvolta non ci si rende conto che prima o poi si potrebbe avere bisogno di solidarietà e sensibilità - ha concluso Davide Nicola (che tre anni fa perse uno dei suoi figli in un incidente) -. Perché aspettare quei momenti? Pensiamo da subito anche noi a fare del bene».

(La Stampa)

torna su