indietro

Alberto Argentoni eletto presidente nazionale Avis

Il primo veneto in 90 anni

19/06/2017

A mezzogiorno di oggi, per la prima volta in 90 anni di storia della più grande associazione di volontariato del sangue al mondo, un veneto è diventato presidente nazionale. Si tratta del dottor Alberto Argentoni, 58 anni, di Eraclea. Si è appena conclusa, infatti, la votazione del Consiglio nazionale che doveva eleggere il Presidente dopo il rinnovo delle cariche associative con l’81ª Assemblea di Milano del maggio scorso.

Medico di famiglia ad Eraclea, sposato con Rossella, due figli, Alberto Argentoni ha una lunga militanza avisina oltre che nel volontariato in genere e di impegno nella società civile. È entrato in Avis all’età di 18 anni. È stato via via presidente dell’Avis provinciale di Venezia, dal 1999 al 2005, anno in cui divenne presidente dell’Avis regionale del Veneto. Carica che, alla fine dei due mandati previsti dallo statuto associativo, lasciò nel 2013 per entrare in Consiglio nazionale Avis. Nell’ultimo quadriennio è stato vice presidente vicario accanto al presidente Vincenzo Saturni.

Argentoni è stato anche sindaco del suo Comune, Eraclea, dal 1995 al 2004.Si è laureato in medicina nel 1983 a Padova, mentre nel 1987 è la specializzazione in Ematologia generale. È anche vice presidente della Fondazione Tes, che ha contribuito a far nascere e che si occupa di ricerche sulle cellule staminali per la ricostruzione tissutale e la cura dell’Emofilia. Anche come nuovo presidente di Avis nazionale, quindi, non perderà mai di vista l’obiettivo fondante di Avis: gli ammalati.

Ecco le sue prime dichiarazioni, raccolte subito dopo la nomina dall’Ufficio Stampa di Avis nazionale: “Sono consapevole  di assumermi una responsabilità particolarmente rilevante, in quanto la nostra Associazione è profondamente radicata sul territorio e contribuisce ogni giorno a garantire l’autosufficienza di sangue ed emocomponenti. Gli obiettivi che ci poniamo sono quelli di di mantenere l’unitarietà e far crescere l’associazione come è stato in questi 90 anni”.

La squadra che lo affiancherà in Avis nazionale nei prossimi 4 anni è la seguente: vicepresidente vicario: Michael Tizza (Emilia Romagna), vicepresidente: Pasquale Pecora (Campania), segretario: Claudia Firenze (Toscana), tesoriere: Giorgio Dulio (Piemonte). Dell’esecutivo nazionale faranno parte anche: Tiziano Gamba (Lombardia), Giovanni Magara (Umbria), Domenico Nisticò (Calabria), Alice Simonetti (Marche).

Ad Alberto sono arrivate immediatamente le congratulazioni e la soddisfazione del presidente di Avis Veneto, Giorgio Brunello, a nome di tutti gli oltre 137mila avisini della nostra regione: “Congratulazioni Alberto e buon lavoro a te e a tutta la squadra. Il Veneto per la prima volta ricopre questo importante ruolo, siamo certi che farai e farete tutti del Consiglio nazionale un ottimo lavoro”.

(donoevita.it)

torna su