indietro

GIORNATA MONDIALE DEL RENE 2017

09/03/2017

Malattia renale e obesità

L'obesità è definita come un eccesso di tessuto grasso e può influenzare lo stato di salute delle persone. Nel 2014, in tutto il mondo oltre 600 milioni di adulti erano obesi. L'obesità è un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia renale: soffrire di obesità aumenta infatti il rischio di sviluppare malattie come il diabete e l'ipertensione che sono i principali fattori di rischio di nefropatia cronica (CKD).

L'obesità ha inoltre un impatto diretto sullo sviluppo della malattia renale cronica e dell'insufficienza renale terminale (ESRD). Negli individui obesi i reni devono lavorare di più filtrando più sangue rispetto al normale (iperfiltrazione) per soddisfare le esigenze metaboliche del aumento di peso corporeo. L'eccessivo lavoro può danneggiare il rene ed aumentare il rischio di sviluppare CKD nel lungo termine.

La buona notizia è che obesità e malattia renale possono essere spesso prevenute attraverso la conoscenza dei rischi connessi e la messa in atto di uno stile di vita sano, cioè una corretta alimentazione e esercizio fisico regolare. Quest'anno la Giornata Mondiale del rene promuove una campagna sulle conseguenze della obesità nello sviluppo della malattia renale e sostiene la messa in atto di uno stile di vita sano e una politica sanitaria volta a sviluppare comportamenti di prevenzione.

torna su