indietro

Sanremo 2018 - Comunicato Stampa AIDO Nazionale

09/02/2018

COMUNICATO STAMPA AIDO NAZIONALE

#lavitaeadesso

Conferenza stampa

Sabato 10 febbraio, ore 18:30 Casa SIAE, Area Sanremo

Interverranno:

Flavia Petrin (Presidente AIDO), Costanza Pireri (Vice Sindaco di Sanremo),
Gianni Ippoliti e Corrado Buffa. Attesa la presenza di Peppe Vessicchio
portano il messaggio della donazione al Festival di Sanremo

 

Dopo l'iniziativa contro la violenza sulle donne #iosonoqui lanciata da Michelle Hunziker all'inizio del Festival, il celebre pianista Danilo Rea ha reinterpretato per AIDO - Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule - il brano "La vita è adesso” di Claudio Baglioni.

Con #lavitaeadesso si intende sensibilizzare su un altro tema di grande rilievo, quello del consenso alla donazione di organi e tessuti dopo il decesso, al fine di ridurre la lista d’attesa delle circa novemila persone che ogni anno aspettano nella sofferenza di poter ritornare a vivere grazie al trapianto.

La bella canzone di Claudio Baglioni, “La vita è adesso” è un "dono" particolarmente centrato per la cultura della donazione perché coglie appieno il senso più profondo della medicina dei trapianti: la vita è tale grazie al trapianto, non prima.

Nell’ambito del seguitissimo Festival di Sanremo, nello spazio “Rai per il sociale” che dà voce e visibilità alle più significative realtà associative del volontariato solidale nazionale, sabato 10 febbraio, alle ore 18.30 presso Casa SIAE – Area Sanremo, la presidente nazionale di AIDO, Flavia Petrin, illustrerà brevemente (basteranno pochissimi minuti) l’importanza di un dono così grande che non costa nulla, molto praticato nella nostra nazione, ormai ai primi posti in Europa e nel mondo, e attraverso il quale è stata restituita la vita finora ad almeno 70 mila persone in Italia, delle quali circa 45 mila vivono ancora dopo anni o addirittura a decenni dal trapianto. E vivono una vita piena di affetti, di lavoro, di relazioni, di serenità e di gioia. La presidente Petrin, fortemente sostenuta dal vicesindaco della città di Sanremo, l’assessore dott.ssa Costanza Pireri, oltre che da Corrado Buffa, giornalista e manager discografico, sarà affiancata dal noto volto televisivo Gianni Ippoliti, che ha offerto a sua volta un breve spot su uno degli aspetti meno conosciuti della donazione di organi, e cioè la possibilità di donare anche in età avanzata. È  attesa anche la presenza del Maestro Peppe Vessicchio, che ha aderito all’iniziativa.

La grandezza di Sanremo è anche qui: nell’essere vicino in modo vero a chi soffre perché in attesa di trapianto, riportando così serenità a queste persone, ai loro figli, ai famigliari, agli amici. Insomma: una comunità solidale è possibile, e Sanremo la promuove.

 

AIDO - Associazione Italiana per la Donazione di Organi Tessuti e Cellule

Il 2016,  con il record dei 3.694 trapianti effettuati in Italia, aveva finalmente fatto registrare una forte ascesa in termini di donazioni e trapianti di organi. Il 2017 ha confermato il trend estremamente positivo: 10% in più di donatori (da 1298 del 2016 ai 1436 del 2017)e 6% in più di trapianti (da 3411 del 2016 ai 3613 del 2017). Calano le opposizioni (da 32,8% del 2016 a 28,7% del 2017) e i pazienti in lista di attesa per il secondo anno consecutivo registrano un calo. È significativo e soprattutto importante l’aumento del numero di cittadini che hanno espresso il proprio consenso alla donazione di organi. Un consenso per il quale ha visto l'Associazione ed i suoi volontari battersi fortemente da anni fino al recente progetto "Una scelta in comune", di cui AIDO è partner fondamentale, che prevede la possibilità di esprimere il proprio consenso o dissenso alla donazione in occasione del rilascio o rinnovo della Carta di Identità ai cittadini maggiorenni. I dati ufficiali certificano che tra gli oltre 2 milioni e 400mila persone che si sono espresse positivamente in tema di donazione il 60% di questi consensi sono stati ottenuti tramite AIDO e che, rispetto alle manifestazioni di volontà registrate nel Sistema Informativo Trapianti, risulta che oltre il 91% siano scelte positive. L’AIDO, con i suoi oltre 1 milione e 350 mila iscritti, è l’Associazione più rappresentativa nel settore sociosanitario che si occupa di sensibilizzare e informare i cittadini per una scelta consapevole. Essere favorevoli alla donazione di organi e tessuti non è solo un gesto di solidarietà, ma anche una scelta giusta. Nel nostro paese le persone che si ammalano e necessitano di un trapianto sono molte di più degli organi che vengono donati e, ad oggi,  oltre 9.000 persone in Italia sono in lista di attesa. Da ricordare inoltre che circa 100 persone ogni anno muoiono in attesa di un trapianto, mentre, fortunatamente,  si stimano in oltre 45 mila il numero dei trapiantati italiani che oggi vivono serenamente grazie al dono ricevuto. Dati questi molto significativi ma che dimostrano come la rete trapiantologica, di cui AIDO fa parte, e la società tutta, devono continuare a impegnarsi fortemente per promuovere la cultura della donazione al fine di soddisfare il maggior numero di richieste possibili. Non dimentichiamo che ognuno di noi potrebbe averne bisogno in futuro, quindi l'essere favorevoli alla donazione permette di aumentare gli organi disponibili e garantire in futuro, se ce ne fosse bisogno per noi o per un nostro caro, la possibilità del trapianto.

torna su