indietro

STATI GENERALI DELLA RETE TRAPIANTOLOGICA ITALIANA 2016

ROMA - AUDITORIUM ANTONIANUM - Viale Manzoni, 1

10/11/2016
Giovedì 10 e venerdì 11 Novembre 2016
“STATI GENERALI DELLA RETE TRAPIANTOLOGICA ITALIANA 2016”
AUDITORIUM ANTONIANUM
Viale Manzoni, 1 – Roma

 

Carissimi colleghi,

sono lieto di presentarvi il programma provvisorio e gli obiettivi della seconda riunione dedicata alla rete trapiantologica italiana, intitolata “Stati generali della rete trapiantologica italiana“, in programma per il 10 e 11 novembre prossimi.

Obiettivi principali di questa seconda edizione sono l’aggiornamento circa le novità e le priorità che riguardano l’attività di donazione e trapianto, nonché la promozione di un confronto sui modelli operativi dei livelli e delle strutture in cui è articolata la rete – siano questi i modelli di coordinamento regionale e locale, che i modelli dei centri trapianto – così da favorire condivisione e benchmark tra le diverse realtà ed aree territoriali.

Un sistema a “rete”, come quello trapiantologico, è efficace ed efficiente rispetto ai propri obiettivi solo se in grado di evolversi e aggiornare i propri modelli organizzativi e processi operativi in modo coordinato e condiviso, con consapevolezza della diversità dei contesti aziendali e di governo dentro ai quali si colloca.

Perché ciò avvenga sono importanti lo scambio, le relazioni e la comunicazione tra gli attori della rete, così come la cura dei processi di trasmissione e attuazione degli indirizzi assunti a tutti i livelli. Per questo, l’incontro di novembre vuole essere un appuntamento, rivolto a tutti gli operatori, per ribadire le priorità del nostro impegno, così come per valorizzare il lavoro del territorio.

La prima delle due giornate sarà dedicata alle principali linee di lavoro e alle novità in campo, mentre la seconda sarà dedicata ai modelli regionali, alle novità in tema di trapianto di tessuti e cellule, nonché ai temi della qualità e della sicurezza.

La scelta di lavorare in plenaria in entrambi i giorni è per favorire il confronto tra tutti ed una partecipazione trasversale alle varie tematiche.

Al fine di valorizzare le esperienze più significative della nostra rete, sarà a disposizione un’area poster. Le modalità di raccolta dei poster sono indicate nell’allegato al programma.

Perché questo nuovo appuntamento possa costituire un momento davvero utile alle nostre attività, mi auguro che possiate accogliere numerosi l’invito a partecipare.

Vi aspettiamo a Roma.

Alessandro Nanni Costa, Direttore Centro Nazionale Trapianti

 


P R O G R A M M A

Giovedì 10 Novembre, Sala Auditorium
10.00 Registrazione partecipanti
11.00 Saluti e apertura dei lavori
11.30 La rete trapiantologica in Italia oggi, Alessandro Nanni Costa
12.00 Il recepimento della direttiva europea 2010/53/ue. Impatto su qualità e sicurezza della rete de i trapianti, Daniela Storani
12.30 Attività di prelievo e di trapianto di organi, tessuti e cellule in Italia, Letizia Lombardini
13.00 Attività del Centro Nazionale Trapianti Operativo (CNTO), Lucia Rizzato

13.30 - 14.30 Lunch

14.30 - 18.30 WHAT’S NEW?
15.00 
Il trapianto di organi e tessuti è un livello essenziale di assistenza (LEA)? Indicatori del nuovo sistema nazionale di garanzia come strumento di qualità per le regioni, Francesco Procaccio
15.15 Discussione
15.30 Donazione a cu fermo: il programma regionale della Lombardia, Sergio Vesconi
15.45 Discussione
16.00 Trapianto di fegato da donatori a cu fermo in Italia: esperienze e primi risultati, Luciano Gregorio De Carlis
16.15 Discussione
17.00 Regole in materia di audit e autorizzazioni dei programmi di trapianto, Vito Sparacino
16.45 Discussione
17,00 Discussione generale e proposte
18.30 Chiusura lavori
 

Venerdì 11 Novembre, Sala Auditorium
09.00 - 12.00 DONAZIONE E TRAPIANTO: MODELLI REGIONALI A CONFRONTO
09.00 Introduzione alla sessione, Alessandro Nanni Costa
09.10 Il benchmark delle donazioni: regione Toscana, Alessandro Peris
09.20 Il modello di coordinamento operativo interregionale: l’esperienza Nitp, Giuseppe Piccolo
09.30 Il modello di gestione separata donazione e trapianto: regione Piemonte, Anna Guermani
09.40 Il modello di gestione unificata donazione e trapianto: regione Emilia Romagna, Gabriella Sangiorgi
09.50 Il modello di dipartimento intraregionale: regione Campania, Vincenzo del Giudice, Paolo Giannattasio

10.00 - 10.30 Coffee break

10.30 Il cambiamento: regione Veneto, Giuseppe Feltrin
10.40 Una realtà complessa: regione Lazio, Maurizio Valeri
10.50 - 12.00 Discussione e proposte: interventi dei Coordinatori dei Centri Regionali Trapianti
12.00 - 12.45 NOVITA’ IN TEMA DI TRAPIANTO DI CSE, TESSUTI E CELLULE
12.00 Requisiti minimi e linee guida di accreditamento dei programmi di trapianto di cellule stamin ali emopoietiche (CSE), Letizia Lombardini
12.30 Discussione

12.45 – 13.45 Lunch

13.45 - 17.30 QUALITA’ E SICUREZZA: I TRAPIANTI OGGI
13.45 Il quadro regolatorio dell'attività trapiantologica italiana, Alessia Troni, Marina Caggiano
14.15 Il Sistema Informativo Trapianti (SIT) al servizio della rete, Andrea Ricci
14.30 Discussione
14.45 Programma di audit cellule e tessuti, Eliana Porta, Maria Pia Mariani
15.15 Discussione
15.30 Il ruolo degli internisti nelle attività di trapianto, Cristina Morelli
16.00 Per un nuovo modello di centro trapianti, Umberto Cillo
16.30 Discussione
17.00 Conclusioni degli Stati Generali della Rete Nazionale Trapianti (RNT), Alessandro Nanni Costa
17.30 Chiusura lavori

 

Segreteria Organizzativa
Studiowiki S.R.L.
e-mail: segreteria@statigeneralitrapianti.org
Numero verde: 800.126.726

torna su