« indietro

La formazione on-line: attivo il primo corso.

Numero 4, dicembre 2011
Dopo la fase sperimentale che ha visto coinvolti i Consiglieri Nazionali, i Presidenti Regionali e Provinciali, dal 3 novembre 2011 è attivo il corso di formazione online sulla morte encefalica per tutti i responsabili associativi, per i soci A.I.D.O. e per tutti i cittadini che vogliono approfondire questa tematica.

Come emerso nell’Assemblea Nazionale 2011, tra gli obiettivi che l’A.I.D.O. si pone con grande urgenza c’è quello di curare e rafforzare la formazione dei volontari. Promuovere una linea di intervento comune a livello nazionale, pur senza dimenticare le peculiarità delle realtà locali, così come conoscere perfettamente i contenuti e le strategie di comunicazione adatti ai contesti, è di fondamentale importanza per ciascun volontario, e ancor più per chi si occupa di tenere incontri di sensibilizzazione e divulgazione.

Per queste ragioni, e nella convinzione che ciascun socio attivo dovrebbe sentire l’obbligo morale di svolgere la propria attività con professionalità, la Giunta di Presidenza e il Consiglio Nazionale propongono dei corsi di formazione on line, di cui uno già attivo sul sito internet dell’A.I.D.O. www.aido.it, che, accompagnati in un secondo momento da corsi residenziali con lezioni frontali, prove pratiche, momenti di riflessione e di verifica, si pongono l’obiettivo di rafforzare le conoscenze specifiche sulle principali tematiche che interessano la donazione di organi, cellule e tessuti, con sempre fermo il fine di lavorare alla corretta diffusione di una cultura della donazione che contribuisca a far diminuire le opposizioni e alimenti la cultura della solidarietà.

Per il primo momento formativo on line si è scelto il tema della morte encefalica, che costituisce uno degli scogli più difficili da superare a livello di conoscenza, ma che è al contempo una delle argomentazioni più urgenti da padroneggiare, caso emblematico, nel suo essere tema delicato e di facile urto della sensibilità, di quanto sia importante saper trasmettere con serenità tutti i temi legati a donazione e trapianto. Il corso è organizzato in maniera chiara e semplice, attraverso un percorso suddiviso in unità didattiche brevi e graduali. Il passaggio da una unità alla seguente è condizionato dal superamento di un breve test di verifica. Ogni lezione è illustrata attraverso spiegazioni testuali, sapientemente corredate da immagini, schede esplicative e documenti, in uno spazio dinamico in cui il volontario può decidere di tornare indietro o fermarsi tutte le volte che ne senta la necessità.

Inoltre, chi dovesse riscontrare difficoltà nel superamento dei test di verifica potrà ricevere chiarimenti in merito agli argomenti poco chiari dai tutor. Si tratta di un programma informatico semplice nel suo utilizzo anche per chi non padroneggi particolarmente l’utilizzo del computer. Una verifica delle proprie conoscenze, anche per chi apparentemente non ne senta la necessità, ruba poco tempo, ma arricchisce in sicurezza e professionalità. Il corso è certificato dalla SISQT (Società Italiana per la Sicurezza e Qualità nei Trapianti) ed è obbligatorio per quanti vorranno rivestire cariche associative.

(Antonia Cosentino)
torna su