« indietro

Il valore della donazione - Pio XII, 260° Papa della Chiesa Cattolica

Numero 2, giugno 2014
“Occorre educare il pubblico e spiegargli che consentire espressamente o tacitamente a interventi contro l’integrità del cadavere, nell’interesse di coloro che soffrono, non offende la pietà dovuta al defunto.
Tale consenso può comportare per i parenti prossimi una sofferenza e un sacrificio, ma questo sacrificio si aureola di carità misericordiosa verso i fratelli sofferenti”.

Pio XII, 260° Papa della Chiesa Cattolica (14 maggio 1956)
torna su