AIDO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

www.aido.it/bologna__regionale_

News&Eventi

01/09/2014

Come succede da tempo immemorabile, anche quest’anno la nostra associazione – come molte altre – a Bologna è ospite della Festa de L’Unità (che negli anni ha talvolta cambiato nome, ma ci...

03/07/2014

L’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ha approvato la Legge che mira alla semplificazione della disciplina regionale in materia di volontariato, di associazionismo di promozione sociale e...

25/06/2014

Quest’anno gli studenti che affrontano l’esame di maturità, per la prima volta – a quanto è dato ricordare – nelle tracce fra cui scegliere per la prova scritta di italiano, ne hanno...

20/06/2014

Circa venti giorni è durato il periodo denso di iniziative collegate in vario modo alla ricorrenza della “Giornata nazionale donazione e trapianto di organi e tessuti”, fissata ufficialmente...

13/06/2014

Arrivano nella nostra regione i Giochi nazionali per dializzati e trapiantati, forse la realizzazione più importante di ANED SPORT, che vanta oltre venti anni di vita in entrambe le declinazioni....

30/05/2014

“Le associazioni di Volontariato rappresentano un baluardo potente nella nostra società in termini valoriali, ma a volte non riescono a comprendere di avere accettato una difficile sfida:...

30/05/2014

Ce lo ricordano anche i manifesti 2014 prodotti dalla Commissione tecnica regionale “Una scelta consapevole”, ora affissi in tutta la regione, che cercano di trasmettere ai cittadini un potente...

21/05/2014

Anche prima della ricorrenza del 31 maggio, numerose sono le iniziative in regione che richiamano l’attenzione sulla donazione di organi, tessuti e cellule: ecco le più significative di questa...

14/05/2014

Sono stati appena pubblicati i DATI UFFICIALI DELLE DONAZIONI E DEI TRAPIANTI di organo effettuati nella nostra regione, contenuti nel “Rapporto” 2013 del Centro di Riferimento Trapianti...

28/03/2014

Dopo Mirandola (MO) il 27/02 e Modena il 28/02, il tour di Francesco ABATE in Emilia-Romagna, per presentare la sua ultima opera, toccherà Solarolo (RA) il 28/03 (ore 21 - Oratorio...

26/03/2014

Una scelta spontanea, gratuita, volontaria e anonima, necessaria per concretizzare il diritto alla salute affermato anche dall'articolo 32 della nostra Costituzione: è questo il dono, per tutte le...

17/03/2014

21 febbraio 2014: L’Assemblea dei soci AIDO residenti nei comuni di Alfonsine, Bagnara, Conselice, Cotignola, Lugo, Massa Lombarda, Sant’Agata – convocata dalla presidenza della Sezione...

06/03/2014

Un’altra bella prova di larga mobilitazione a favore di un progetto informativo: il Comitato Locale di Piacenza “Una scelta consapevole” – emanazione della Commissione Tecnica Regionale...

31/01/2014

Il presidente di AIDO Emilia-Romagna, Stefano CRESCI, e la rappresentante di AIDO Regionale nella Commissione Tecnica Regionale “Una scelta consapevole”, Alessandra LUPPI, riflettono sul lavoro...

31/01/2014

Entro pochi mesi i cittadini di Rubiera (RE) avranno la possibilità di esprimere la propria volontà, sulla donazione di organi e tessuti dopo la morte, presso l’Anagrafe comunale al momento del...

 

La Sede


A.I.D.O. REGIONALE EMILIA-ROMAGNA SI PRESENTA

A.I.D.O. Regionale Emilia-Romagna vede ufficialmente la luce il 16 maggio 1987, con l’Assemblea costitutiva che elegge il primo Consiglio direttivo e i Collegi di controllo.
Fin dall’inizio della sua attività forte è stato l’impegno profuso nell’instaurare e sviluppare rapporti di reciproca conoscenza e collaborazione con gli organi di governo e di gestione delle attività di prelievo e trapianto, secondo una semplice equazione: il dono degli organi, scelta individuale di solidarietà, trova la sua piena valorizzazione sociale solo nel pronto e corretto utilizzo degli organi per il trapianto.
È stato in realtà un percorso di rinnovamento per tutto il sistema trapiantologico. Il settore allora era regolato da una legge nazionale obsoleta per molte ragioni, a cominciare dall’impianto organizzativo che non considerava la crescente autonomia regionale per la materia sanitaria, e anzi si affidava sostanzialmente ad associazioni interregionali di medici, impegnati nelle discipline sanitarie interessate.
Fortunatamente nella nostra regione vi erano – allora come ora – dei professionisti dotati di grande competenza e determinazione, e degli amministratori regionali portatori di una visione avanzata. Sono stati proprio loro, tutti insieme, grazie anche allo stimolo dato dal volontariato, a creare le condizioni per il varo di una legge regionale – la n. 53 del 1995 – che agiva proprio sul versante organizzativo, definendo un sistema a rete e un coordinamento regionale, valorizzando le azioni e le professionalità connesse al reperimento e al prelievo degli organi, e chiamando in causa il volontariato dei potenziali donatori e dei trapiantati come espressione della sensibilità e dei bisogni della collettività a cui è destinato il servizio.
Che la strada fosse giusta lo ha dimostrato l’aumento dell’indice di prelievo e di trapianto per milione di abitanti, salito in breve tempo ai vertici in Italia e in Europa, così come il fatto che, nel volgere di pochi anni, criteri organizzativi simili sono stati fatti propri dalla normativa nazionale, con la legge-quadro n. 91/99.
Dalla seconda metà degli anni ‘90 il volontariato è presente nell’organo di gestione del Centro Trapianti regionale, e l’A.I.D.O. Emilia-Romagna partecipa alle connesse Commissioni tecniche per gli ambiti di riferimento, in particolare quella per l’informazione e la sensibilizzazione della cittadinanza. L’Associazione è pertanto inserita a pieno titolo in tutta l’attività a rete del sistema trapianti regionale.
Di non minore rilevanza è la presenza dell’A.I.D.O. nei Comitati locali che interloquiscono con la Commissione Regionale e che sono costituiti da diversi soggetti della società civile, dagli enti locali al volontariato, dalle ASL agli organi di gestione della scuola.
A.I.D.O. Emilia-Romagna si occupa di iniziative promozionali a carattere regionale. Sul versante interno, interpreta il proprio ruolo di indirizzo e coordinamento delle strutture inferiori favorendo la massima condivisione delle decisioni, e privilegiando la funzione di supporto, consulenza e raccordo verso gli organismi associativi periferici.
Da alcuni anni promuove e realizza, insieme ad ADMO AVIS e FIDAS, progetti di formazione continua dei volontari attivi, in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato in Parma “Forum Solidarietà”.
L’entità associativa di A.I.D.O. Regionale Emilia-Romagna consta di 10 Sezioni, di cui 8 Provinciali (Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini) e 2 Pluricomunali equiparate alle provinciali (Forlì, Savio-Rubicone), comprendenti ciascuna un numero variabile di Gruppi Comunali.

Ecco in dettaglio il numero degli iscritti al 31/12/2017:
Bologna: 41.073; Ferrara: 15.238; Forlì: 5.553; Modena: 28.061; Parma: 24.986; Piacenza: 12.866; Ravenna: 16.282; Reggio Emilia: 21.140; Savio-Rubicone (Cesena): 6.054; Rimini: 7.555; TOTALE: 178.808
torna su