AIDO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA

www.aido.it/bologna__regionale_

News&Eventi

18/11/2013

Si sta completando il percorso di costruzione dell’AIDO della Bassa Romagna. Durante lo scorso mandato si è costituita la prima aggregazione tra le AIDO di Lugo Cotignola e Sant’Agata;...

31/10/2013

RIAPERTURA DEI TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DEGLI STRANIERIPER LA PARTECIPAZIONE AI BANDI DI SELEZIONE DI SCN Progetto di Servizio Civile 2013 “AIDO, Il Valore del Dono”...

18/10/2013

Il corso di informazione ed aggiornamento 2013 promosso da AIDO Regionale conclude il suo cammino a Forlì il 19 ottobre. Molte luci, e qualche ombra, hanno caratterizzato le tappe di Corcagnano...

22/09/2013

È iniziata con la festa di Pianoro dello scorso 7 settembre, l’edizione 2013 di “Volontassociate”, la tradizionale festa del volontariato e dell’associazionismo bolognese che per il nono...

21/09/2013

Prosegue speditamente il corso di aggiornamento/formazione progettato da AIDO Regionale Emilia-Romagna: cruciale per chi da molto tempo condivide l'impegno nella nostra splendida Associazione, per...

13/08/2013

Sappiamo che il successo della rete trapiantologica é legato in maniera indissolubile ad una scelta di responsabilità e altruismo come la donazione, la quale, per essere consapevole, deve basarsi...

14/06/2013

Si è chiuso l’11 maggio a Bologna, in una sala della sede della Regione, il percorso di riflessione sul ruolo primario del Terzo Settore in generale, e del Volontariato in particolare, quale...

31/05/2013

“Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non c'è merito. È nella crisi che emerge il meglio di ognuno, perché senza crisi tutti i venti...

31/05/2013

Il progetto regionale interassociativo “Giovani Ambasciatori del Dono” si è concluso qualche tempo fa, come piano di lavoro codificato e finanziato da Forum Solidarietà (Centro di Servizio...

26/05/2013

In Emilia-Romagna, la celebrazione della manifestazione nazionale che da anni cade nell’ultima domenica di maggio, vede attiva più che mai la Commissione Tecnica Regionale “Una scelta...

04/05/2013

“Realizzare la formazione continua di dirigenti e attivisti, declinata nei diversi aspetti, da quelli pratici a quelli concettuali: necessaria riflessione e contestualizzazione dell’impegno...

30/04/2013

Prosegue il cammino promosso dall’Osservatorio Regionale del Volontariato (ORV), attraverso i vari Comitati Paritetici Provinciali (CPP), che porta al centro della riflessione il ruolo di...

16/04/2013

Riparte dalla Romagna, Forlì – e si conclude a Rubiera (RE) – il viaggio in regione dello spettacolo “È colpa tua”, che lo scrittore e giornalista sardo Francesco ABATE ha costruito...

 

La Sede


A.I.D.O. REGIONALE EMILIA-ROMAGNA SI PRESENTA

A.I.D.O. Regionale Emilia-Romagna vede ufficialmente la luce il 16 maggio 1987, con l’Assemblea costitutiva che elegge il primo Consiglio direttivo e i Collegi di controllo.
Fin dall’inizio della sua attività forte è stato l’impegno profuso nell’instaurare e sviluppare rapporti di reciproca conoscenza e collaborazione con gli organi di governo e di gestione delle attività di prelievo e trapianto, secondo una semplice equazione: il dono degli organi, scelta individuale di solidarietà, trova la sua piena valorizzazione sociale solo nel pronto e corretto utilizzo degli organi per il trapianto.
È stato in realtà un percorso di rinnovamento per tutto il sistema trapiantologico. Il settore allora era regolato da una legge nazionale obsoleta per molte ragioni, a cominciare dall’impianto organizzativo che non considerava la crescente autonomia regionale per la materia sanitaria, e anzi si affidava sostanzialmente ad associazioni interregionali di medici, impegnati nelle discipline sanitarie interessate.
Fortunatamente nella nostra regione vi erano – allora come ora – dei professionisti dotati di grande competenza e determinazione, e degli amministratori regionali portatori di una visione avanzata. Sono stati proprio loro, tutti insieme, grazie anche allo stimolo dato dal volontariato, a creare le condizioni per il varo di una legge regionale – la n. 53 del 1995 – che agiva proprio sul versante organizzativo, definendo un sistema a rete e un coordinamento regionale, valorizzando le azioni e le professionalità connesse al reperimento e al prelievo degli organi, e chiamando in causa il volontariato dei potenziali donatori e dei trapiantati come espressione della sensibilità e dei bisogni della collettività a cui è destinato il servizio.
Che la strada fosse giusta lo ha dimostrato l’aumento dell’indice di prelievo e di trapianto per milione di abitanti, salito in breve tempo ai vertici in Italia e in Europa, così come il fatto che, nel volgere di pochi anni, criteri organizzativi simili sono stati fatti propri dalla normativa nazionale, con la legge-quadro n. 91/99.
Dalla seconda metà degli anni ‘90 il volontariato è presente nell’organo di gestione del Centro Trapianti regionale, e l’A.I.D.O. Emilia-Romagna partecipa alle connesse Commissioni tecniche per gli ambiti di riferimento, in particolare quella per l’informazione e la sensibilizzazione della cittadinanza. L’Associazione è pertanto inserita a pieno titolo in tutta l’attività a rete del sistema trapianti regionale.
Di non minore rilevanza è la presenza dell’A.I.D.O. nei Comitati locali che interloquiscono con la Commissione Regionale e che sono costituiti da diversi soggetti della società civile, dagli enti locali al volontariato, dalle ASL agli organi di gestione della scuola.
A.I.D.O. Emilia-Romagna si occupa di iniziative promozionali a carattere regionale. Sul versante interno, interpreta il proprio ruolo di indirizzo e coordinamento delle strutture inferiori favorendo la massima condivisione delle decisioni, e privilegiando la funzione di supporto, consulenza e raccordo verso gli organismi associativi periferici.
Da alcuni anni promuove e realizza, insieme ad ADMO AVIS e FIDAS, progetti di formazione continua dei volontari attivi, in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato in Parma “Forum Solidarietà”.
L’entità associativa di A.I.D.O. Regionale Emilia-Romagna consta di 10 Sezioni, di cui 8 Provinciali (Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini) e 2 Pluricomunali equiparate alle provinciali (Forlì, Savio-Rubicone), comprendenti ciascuna un numero variabile di Gruppi Comunali.

Ecco in dettaglio il numero degli iscritti al 31/12/2017:
Bologna: 41.073; Ferrara: 15.238; Forlì: 5.553; Modena: 28.061; Parma: 24.986; Piacenza: 12.866; Ravenna: 16.282; Reggio Emilia: 21.140; Savio-Rubicone (Cesena): 6.054; Rimini: 7.555; TOTALE: 178.808
torna su