indietro

“Lottare per vincere”.

Il 10 marzo, Giornata Mondiale del Rene.

28/02/2011
Si celebrerà il prossimo 10 marzo in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Rene, un grande evento di sensibilizzazione sulle patologie renali, che colpiscono circa 50 mila persone in Italia e una su 10 nel mondo. “Lottare per vincere” è lo slogan di questa giornata promossa dalla Fondazione Italiana del Rene e dalla Società Italiana di Nefrologia, durante la quale verranno organizzati una serie di incontri informativi e di screening gratuiti al fine di informare e sensibilizzare i cittadini sulla cura delle patologie renali e per diffondere importanti informazioni sulla diagnosi precoce. La campagna di prevenzione toccherà decine di città italiane: sarà possibile accedere a visite gratuite con la misurazione della pressione e l’esame delle urine nelle piazze, in alcune scuole superiori e nei reparti di nefrologia con l’iniziativa "Nefrologie Aperte". L'importanza della prevenzione è legata al fatto che le patologie renali danno uno sintomatologia molto tardiva, e quando il paziente avverte dei disturbi, nella maggior parte dei casi la funzionalità renale è già severamente compromessa. Ecco dunque perchè assume particolare rilievo accorgersene in tempo. Tenere sotto controllo la propria pressione, controllare il diabete ed effettuare un esame dell’urina sono i primi consigli forniti infatti dagli esperti in occasione di questa Giornata Mondiale: la prevenzione può bloccare l’evoluzione del danno renale verso la dialisi. I reni svolgono un lavoro silenzioso ma di grande importanza. Le cause più comuni che portano all’insufficienza renale sono il diabete e l’ipertensione arteriosa. Il 72 % dei dializzati nel mondo sono pazienti diabetici o ipertesi. Il diabete - sostengono i nefrologi - si complica con il danno renale per il 40 % dei casi. Prevenire le malattie renali è un beneficio non soltanto per gli italiani, ma anche per le casse dello Stato: ogni anno dai 3 milioni e mezzo ai 5 milioni di euro vengono spesi per la dialisi di circa 50 mila nefropatici, 7 mila dei quali sono in attesa di trapianto. Come testimonial della Campagna quest'anno è stato coinvolto l'ex calciatore Gianni Rivera. Tutte le informazioni per scoprire dove effettuare il test sono disponibili ai link seguenti:
torna su