indietro

14 MAGGIO: GIORNATA NAZIONALE DELLA DONAZIONE DEGLI ORGANI

A Firenze il 13 maggio l’Orchestra di Piazza Vittorio, a Venezia il 14 Vogada per la vita, a Pavia il 16 la partita del cuore con calcio di inizio di Carlo Ancellotti chiudono la settimana nazionale di sensibilizzazione sulla donazione e trapianto di organi

12/05/2006
Ultimi appuntamenti organizzati dai volontari delle associazioni di settore Aido, Aned, Acti, Aitf, Forum, Liver-Pool, ass. Marta Russo, dalle Regioni, Province e Comuni per sensibilizzare i cittadini sull’importanza della donazione di organi e tessuti. In piazza Santa Croce a Firenze sabato sera dalle 21,00 due ore di musica con l’Orchestra di Piazza Vittorio, la famosa band composta da musicisti provenienti da tutto il mondo. A Venezia il 14 “vogada per la vita” , il corteo acqueo partirà alle 10.00 da Santa Chiara e percorrendo Canal Grande arriverà in Bacino San Marco dove i partecipanti accompagnati dalla banda “Città di Mirano” sfileranno in piazza san Marco alla presenza delle autorità. Mentre martedì 16 alle 20.30 nello stadio Pietro Fortunati di Pavia, Carlo Ancellotti darà il calcio di inizio della “partita del cuore…e non solo”, Nazionale Italiana Trapiantati Aned contro medici e operatori del prelievo Nord Italia Transplant. Saranno inoltre presenti i giocatori del Milan per firmare le magliette del pellicano simbolo delle giornate nazionali. La 9ª edizione delle giornate nazionali si svolge nell’ambito della campagna informativa 2006 “Dai valore alla vita” promossa dal Ministero della Salute e prevede anche altre iniziative che si realizzeranno durante l’anno in scuole e università, mentre spot andranno in onda su radio e televisioni. ll sito ufficiale della campagna 2006 è www.daivaloreallavita.it mentre il Centro nazionale trapianti ha messo a disposizione il numero verde 800-333033 per fornire alla cittadinanza informazioni sulla donazione e trapianti. Seguono le dichiarazioni del presidente nazionale Aido, Vincenzo Passarelli e del presidente Aned, Franca Pellini Gabardini. “Il concetto di solidarietà, che è alla base di tutto il sistema delle donazioni di organi e tessuti, deve essere continuamente sollecitato - ha dichiarato Vincenzo Passarelli presidente Aido- non solo organizzando meglio le strutture ma anche informando con correttezza la gente. Tanta informazione perché si parla sempre poco di donazioni. Solo una società civile con un’attitudine favorevole alla donazione degli organi può alimentare validi programmi di trapianto in grado di garantire ai propri cittadini la disponibilità di questa efficace terapia, nel caso ne abbiano bisogno. Molto c’è da fare per ridurre drasticamente le liste di attesa che oggi sono oltre 9.000”. “Il frutto più prezioso raccolto dall’organizzazione- ha dichiarato Franca Pellini Gabardini presidente Aned – è stata la straordinaria risposta degli Enti locali. Dal piccolo comune montano alla grande città, innumerevoli sono state le amministrazioni che hanno aderito alla settimana di sensibilizzazione. E per un problema come quello della donazione e trapianto di organi, che non può avere soluzione se non dalla corale partecipazione solidale di tutta la comunità, questo risultato è certo la miglior risposta”.
torna su