indietro

30 NOVEMBRE: IL PAPA INCONTRA L'AIDO

Udienza speciale con il Santo Padre. AIDO e Alpini chiederanno al Papa la beatificazione di don Carlo Gnocchi

27/11/2002
Sabato 30 novembre il Santo Padre ha concesso un'udienza speciale alla Fondazione Don Gnocchi a chiusura dei festeggiamenti che hanno ricordato nel corso di quest'anno il centenario della nascita di Don Carlo Gnocchi e il cinquantesimo di attività della sua Opera. L'udienza si svolgerà in Sala Nervi. Nell'Occasione l'AIDO e gli Alpini consegneranno al Santo Padre le due suppliche con le quali chiedono sia accelerato il processo di beatificazione di Don Gnocchi. L'AIDO sarà rappresentata dall'Esecutivo, dal Consiglio Nazionale e da 1300 Soci, provenienti da tutta Italia. Nell'occasione sarà consegnato al Papa il "Pellicano" d'oro, come simbolo della donazione degli organi e dei tessuti. Nella supplica, dopo aver evidenziato il lavoro di informazione e di sensibilizzazione fatto in questi anni dall'Associazione e anche il sostegno e la vicinanza del Papa e della Chiesa Cattolica, viene ricordato il gesto che Don Carlo volle compiere sul letto di morte, autorizzando la donazione delle sue cornee per due mutilatini. Era il 1956 e come è noto, il dono delle cornee era una operazione non ancora autorizzata in Italia. Il gesto comunque servì a dare impulso al rinnovamento legislativo e culturale di cui l'AIDO stessa è frutto. "Proprio il gesto supremo di don Carlo ce lo fa sentire vicino e ci aiuterebbe, crediamo, nel nostro impegno. Pensiamo che proporre la figura di un uomo così ricco di virtù e di valori; così generoso e appassionato, potrebbe dare nuovo impulso e profondità di significati spirituali al dono dei propri organi e dei propri tessuti". Si chiede pertanto al Papa di sollecitare l'esame della figura sacerdotale , spirituale e umana di Don Carlo, in modo da vederlo al più presto tra i Beati e i Santi della Chiesa. (vipas)
torna su