indietro

4000 CHILOMETRI DI SOLIDARIETA'

Al via la campagna itinerante "DAI VALORE ALLA VITA" per sensibilizzare gli Italiani sulla donazione degli organi con un BUS che attraverserà la penisola sostando in 16 città.

26/04/2004
Un lungo itinerario della solidarietà porterà nelle piazze italiane un messaggio di speranza per le migliaia di persone che nel nostro Paese necessitano di un trapianto d'organo. Per tre settimane, da mercoledì 28 aprile a sabato 15 maggio, il bus della campagna "Dai valore alla vita", promossa dal Ministero della Salute in collaborazione con le associazioni AIDO, ACTI, AITF, ANED, Ass.IRT, FORUM, LIVERPOOL e Associazione MARTA RUSSO, percorrerà circa 4000 chilometri sulle strade della Penisola, sostando in 16 capoluoghi e compiendo nei confronti dei cittadini un'opera di sensibilizzazione e di informazione sulla donazione di organi. L'itinerario prenderà avvio il 28 aprile da Torino, a cui seguiranno le tappe di Alessandria, Genova, Catania, Messina, Catanzaro, Cosenza, Matera, Bari, Salerno, Campobasso, Ancona, L'Aquila, Roma, Perugia, per giungere a Milano il 15 maggio. Nell'ultimo decennio molti passi in avanti sono stati compiuti nella donazione degli organi in Italia anche grazie all'opera capillare sul territorio del Centro Nazionale Trapianti, dell'AIDO e delle altre associazioni. Il numero dei donatori è più che triplicato da quel 1994 in cui il gesto dei genitori del piccolo Nicholas Green toccò la coscienza di una nazione all'epoca fanalino di coda per numero di prelievi in Europa. La donazione però non deve emergere solo da episodi dolorosi di cronaca nera: i grandi numeri sono quelli dati da migliaia di donatori anonimi che hanno permesso a migliaia di persone di continuare a vivere. A distanza di dieci anni altre dolorose vicende, come quella recente della quattordicenne napoletana Annalisa, continuano a commuovere gli italiani, che nel frattempo hanno però maturato un grande senso di responsabilità sul tema, portando il Paese ai vertici della graduatoria europea. In particolare in questi tre anni il numero di trapianti di cuore è cresciuto del 50%, gli interventi per reni, pancreas e fegato sono aumentati del 100%, mentre gli innesti di polmone hanno registrato un incremento del 350%. Nel 2003 sono stati 947 i donatori grazie ai quali sono stati effettuati 2815 trapianti; un'evoluzione incoraggiante, ma che ancora non copre la richiesta dei 10260 pazienti in lista d'attesa, che vivono oggi con una prospettiva di oltre 3 anni per un rene o un pancreas, di 26/28 mesi per un polmone o un cuore e di un anno e mezzo per un fegato.
torna su