indietro

A Roma e a Bergamo due trapianti di fegato d'urgenza.

A bimba di 2 anni e a giovane di 30 che avevano ingerito funghi velenosi.

14/10/2012
Fiuggi (FR), mercoledì 10 Ottobre Va a funghi, li mangia e per poco non ci rimette la vita. È accaduto a un giovane di Fiuggi sotto i trent’anni che lunedì è stato sottoposto a un trapianto di fegato presso il Policlinico Gemelli di Roma. L’episodio risale a metà della settimana scorsa quando il protagonista della brutta disavventura, che poteva trasformarsi in tragedia, si è recato nei boschi di Altipiani di Arcinazzo, alla ricerca dei funghi come sono soliti fare molti appassionati in questo periodo dell’anno. Tornato a casa con un discreto «bottino», pare che il giovane sia stato mosso dal dubbio e abbia fatto controllare la raccolta da un esperto che avrebbe subito individuato tra gli esemplari alcuni chiaramente velenosi. Di qui il consiglio di gettare tutti i funghi rinvenuti. Monito che, invece, sembra non sia stato tenuto nella giusta considerazione da parte del raccoglitore che si dice avrebbe buttato quelli indicati come non commestibili ma ha conservato e cucinato per sé e per la sua famiglia quelli commestibili. Fatto sta che a distanza di poche ore dal loro ingerimento l’intera famiglia ha iniziato ad avvertire i primi malori. È stato avvertito il 118 e il personale Asl ha ravvisato subito gli effetti di un avvelenamento da funghi. I genitori sono stati trasportati al policlinico Umberto I° di Roma, mentre il giovane, apparso immediatamente più grave, è stato condotto e ricoverato presso il Gemelli. Per tutto il fine settimana si è temuto il peggio data la compromissione del fegato. Fortunatamente, nel giro di un paio di giorni, è stato trovato un donatore compatibile ed è stato eseguito il trapianto dell’organo vitale. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi del giovane. Migliorano, invece, le condizioni dei genitori. Il destino sembra essersi accanito con questo ragazzo di Fiuggi, il secondo appuntamento con il destino per il ragazzo che l’anno scorso è rimasto vittima di un terribile incidente in bicicletta a causa del quale è stato sottoposto più volte a intervento chirurgico. (Annalisa Maggi, Il Messaggero.it) Bergamo, giovedì 5 ottobre Bimba mangia funghi velenosi: salvata in extremis. È stata salvata in extremis la bimba di due anni che ha ingerito funghi velenosi rischiando la vita. La piccola è stata sottoposta a un trapianto di fegato d’urgenza, per una grave insufficienza epatica provocata dalle tossine ingerite. Giovedì scorso la bambina aveva mangiato del sugo fatto in casa con funghi rivelatisi velenosi. A quello che sembrava un banchetto prelibato ha partecipato anche il resto della famiglia. I genitori sono stati colpiti dalle tossine, ma per fortuna per loro si è reso necessario il ricovero. Pensando a un malessere di stagione, la famiglia non si è rivolta subito all’ospedale. La piccola è arrivata nel reparto di terapia intensiva pediatrica dei Riuniti solo domenica. In un baleno, capita la situazione, i medici hanno messo in atto un intervento provvidenziale. Martedì gli esperti dell’èquipe guidata dal professor Michele Colledan hanno provveduto a un trapianto d’urgenza che le ha salvato la vita. (Redazione, bergamosera.com)
torna su