indietro

ACCORDO AIDO-CNT: PER I TRAPIANTI UN PASSO AVANTI

Firmato a Roma, alla presenza del Sottosegretario alla salute Domenico Di Virgilio, dal direttore del Cnt Alessandro Nanni Costa e dal Presidente Nazionale Aido Vincenzo Passarelli. I soci Aido saranno inseriti nel Sistema informatico dei trapianti.

10/10/2005
''Da oggi la legge sui trapianti fa un nuovo passo avanti''. Con queste parole il sottosegretario alla Salute Domenico Di Virgilio ha commentato l'accordo, siglato sabato 8 ottobre a Roma, dall'Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule (Aido) e il Centro Nazionale Trapianti (Cnt), in occasione di un convegno organizzato in Campidoglio per presentare il Sistema informatico Aido (SIA). E' un sistema telematico via Internet realizzato dalla ditta Struttura Informatica di Villanova di Castenaso (Bologna), che gestisce l'insieme completo dei tesserati Aido, attualmente un milione e 200.000. L'accordo regola la collaborazione tra il Cnt e l'Aido finalizzata a permettere al CNT, ai Centri Interregionali e Regionali di riferimento e ai coordinamenti locali previamente autorizzati dalle singole regioni, l'accesso e la consultazione, delle informazioni contenute nel SIA al fine di verificare per ogni singolo potenziale donatore la presenza di un eventuale testamento olografo contenente la dichiarazione favorevole alla donazione degli organi. Il Presidente nazionale dell'Aido, Vincenzo Passarelli, nel presentare l'iniziativa ha sottolineato che "l'impegno dell'associazione è di continuare nell'opera di informazione in collaborazione con le Istituzioni a tutti i livelli (Nazionali, Regionali e locali) e con la nuova figura sanitaria (il Coordinatore alla donazione) ma anche quello di continuare ad incrementare le dichiarazioni favorevoli alla donazione. L'obiettivo finale è incrementare il numero dei donatori e degli organi prelevati, rendendo allo stesso tempo il processo di donazione una normale attività quotidiana".
torna su