indietro

AIDO – CIP: il valore della donazione supera ogni barriera

Damele fa incontrare i presidenti Pancalli e Passarelli

09/05/2016

“Il valore della donazione supera ogni barriera”: è su questo il punto risultato alla base dell’incontro tra i presidenti nazionali dell’AIDO (Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule), Vincenzo Passarelli, e del CIP (Comitato italiano paralimpico), Luca Pancalli, svoltosi a Roma su iniziativa di Daniele Damele, dirigente nazionale e regionale del Friuli Venezia Giulia dell’AIDO. Pancalli ha evidenziato “l’opportunità di promuovere la cultura della donazione degli organi nel mondo paralimpico” sottolineando come “lo sport è uno strumento di rinascita anche per i trapiantati all’insegna del sano volontariato sportivo”.

Dal canto suo Passarelli ha posto in risalto come “gli effetti benefici per i trapiantati sono ormai acclarati a livello scientifico” ricordando “le positive iniziative sorte a Bologna con Trapianti e sport e dei campionati, anche internazionali, svolti da trapiantati in numerose discipline sportive”. Passarelli ha, quindi, lodato e ringraziato Damele per aver promosso quest’importante incontro e per l’attività da egli svolta a livello nazionale e in Friuli Venezia Giulia.

Passarelli e Damele hanno, poi, consegnato una targa a Pancalli con la quale AIDO, Euretica e Friul Tomorrow riconoscono al presidente del CIP “essere un testimonial etico della donazione e dello sport”, oltre alle borse e al materiale informativo dell’AIDO. Damele ha, infine, omaggiato il presidente Pancalli del suo libro “Comunico ergo sei viva” dedicato alla sorella Susanna scomparsa due anni fa all’età di 46 anni.

torna su