indietro

AIDO Nazionale a Milano per salutare la Convenzione tra Città Metropolitana e Ordine degli Avvocati di Milano

In sostegno del Terzo Settore

23/06/2021

COMUNICATO STAMPA


22 giugno 2021. AIDO Nazionale a Milano - Palazzo Isimbardi – per salutare la Convenzione tra Città Metropolitana di Milano e Ordine degli Avvocati di Milano: dallo sportello del Terzo Settore alla formazione dei volontari e dell’avvocatura.

Il Vice Presidente Vicario Nazionale Leonio Callioni porta il ringraziamento di AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) ad un’iniziativa che definisce “una fotografia rassicurante del tempo presente”.

AIDO (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule), rappresentata dal Vice Presidente Vicario Leonio Callioni, saluta con entusiasmo la neonata convenzione tra Città metropolitana di Milano e Ordine degli Avvocati di Milano, per intervenire in aiuto del Terzo Settore.

L’iniziativa operativa più rilevante è la nascita dello sportello di assistenza alle Associazioni del Terzo Settore, gestito da avvocati volontari dell’Ordine insieme a Città metropolitana, che partirà a settembre 2021, in viale Piceno 60, con servizio on line attivo. Accanto allo sportello, è previsto un ciclo di webinar di formazione on line alle Associazioni del Terzo Settore e agli avvocati interessati ad approfondire questo ambito, con una serie di appuntamenti nei prossimi mesi, il primo dei quali fissato per il 29 giugno (locandina allegata).

A presentare questa iniziativa tutta milanese, prima nel suo genere e significativa del dinamismo della città meneghina, Arianna Censi, Vicesindaca della Città metropolitana di Milano, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Vinicio Nardo e Paola Lovati, Consigliera dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

Sul tavolo dei relatori, a rappresentare le Istituzioni, Alessandra Locatelli, Assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità di Regione Lombardia.

Massimo Achini, Presidente di CSI Milano e Leonio Callioni, Vice Presidente Vicario Nazionale di AIDO, a portare la voce del Terzo Settore.

Per quanto riconosciuto universalmente quale valore fondamentale nell’equilibrato sviluppo della comunità civile, il contributo del Terzo Settore è tuttora privo di riferimenti normativi chiari e sicuri tanto che l’operatività delle Associazioni di volontariato è spesso resa difficile dall’incertezza delle norme che lo riguardano. La convenzione che mette a disposizione la competenza giuridica gratuita degli avvocati è quindi tanto più gradita quanto addirittura indispensabile per evitare di perdere le enormi potenzialità del volontariato, atteso a sfide sempre più elevate. Questa iniziativa ha il pregio di fare una fotografia del momento che viviamo, un quadro fortunatamente rassicurante. Da dirigente di una ODV e da nonno, mi chiedo spesso qual è la società che lasceremo alle nuove generazioni: momenti come questo, mi fanno dire stiamo camminando nella direzione giusta. Agli albori dell’umanità era “homo homini lupus”, poi sono nati gli Stati con le prime forme di difesa dei più deboli, oggi abbiamo portato i più deboli in cima alle priorità del nostro agire”, così Leonio Callioni, dopo aver portato i saluti della Presidente Nazionale Flavia Petrin, porge il ringraziamento entusiasta e non scontato – come da lui stesso definito – di AIDO Nazionale per il progetto.

Sviluppo che passa attraverso la solidarietà e la responsabilità sociale, come unico “sviluppo sostenibile”, dunque.

Parola chiave: il principio di sussidiarietà, regolato dall'articolo 118, ultimo comma della Costituzione italiana, novato dalla Riforma di cui alla L. Cost. 3/2001, il quale “sposta” il perseguimento del “bene comune” dallo Stato e dagli Enti locali verso gli enti più vicini al cittadino e quindi ai bisogni del territorio, primi fra tutti gli Enti del Terzo Settore, obbligando le Istituzioni a cooperare in tal senso.

Chiave di volta il diritto, come meraviglioso strumento di prevenzione dei conflitti, prima ancora che di loro risoluzione, e, soprattutto, come sede di principi che non sono solo obiettivi cui tendere, bensì doveri di rango costituzionale, a partire da quello di solidarietà che AIDO, da sempre, promuove.

Francesca Boldreghini
Direttore della Comunicazione di AIDO Nazionale

Qui il video completo dell’evento: https://www.youtube.com/watch?v=tve_9ILSQfQ&t=360s

torna su