indietro

CALZA TISSUTALE” AVVOLGE IL CUORE E AIUTA CARDIOPATICI

La 'calza' funziona aiutando l'organo danneggiato dall'insufficienza cardiaca a pompare nuovamente a ritmi normali.

24/11/2004
Secondo gli esperti questo nuovo strumento potra' aiutare circa un quinto dei pazienti con insufficienza cardiaca: quelli che non migliorano con un pacemaker o con i farmaci e che non sono candidati ad un trapianto E' davvero come una calza per le gambe delle donne che hanno bisogno di un po' di supporto in piu' per aiutare la circolazione, ma si tratta di una 'rivoluzionaria calza per il cuore' che ha dimostrato - in una serie di esperimenti - di aiutare i malati sofferenti di insufficienza cardiaca. Ad annunciarlo a New Orleans, nel corso del convegno dell' 'American heart association', e' stato un gruppo di scienziati del Baylor college of medicine che ha realizzato due studi finanziati dall'azienda produttrice del congegno; la Acorn cardiovascular' di St. Paul in Minnesota. Secondo Douglas Mann, principale autore della ricerca, "l'innovativo strumento rappresenta una svolta tecnologica e per la salute di molti pazienti". La 'calza' - fatta di un sorta di tessuto a rete - ha avuto anche la capacita' in un gran numero di casi di far 'restringere' la dimensione del cuore allargato dei malati. Secondo gli esperti questo nuovo strumento potra' aiutare circa un quinto dei pazienti con insufficienza cardiaca: quelli che non migliorano con un pacemaker o con i farmaci e che non sono candidati ad un trapianto. Le due ricerche hanno coinvolto globalmente 300 persone. Nella prima la meta' dei malati e' stata sottoposta a interventi per 'riparare' una valvola difettosa, e l'altra meta' oltre all'operazione ha ricevuto la 'calza' che inguaina il cuore. Il secondo studio ha diviso i malati tra un primo gruppo trattato con farmaci (quali Ace inibitori, beta bloccanti ecc) e un secondo gruppo che oltre ai medicinali ha ricevuto l'impianto della 'calza'. Dai risultati combinati dei due test e' risultato che a due anni dagli interventi, il 38% dei pazienti con 'calza' cardiaca mostrava decisi segni di miglioramento rispetto alla condizione inziale, contro il 27% degli altri. Solo 19 malati con il cuore inguainato hanno dovuto ricorrere ad un trapianto d'organo contro 33 degli altri. La 'calza' funziona aiutando l'organo danneggiato dall'insufficienza cardiaca a pompare nuovamente a ritmi normali. Il congegno sara' presto sul mercato in Europa mentre in America deve ancora ricevere l'approvazione della Food and drug administration. (vipas)
torna su