indietro

CATANIA: MUORE SCHIACCIATO, DONATI ORGANI

19 anni: é morto in un incidente di lavoro. Adesso i suoi organi daranno una vita migliore ad altre persone.

09/01/2008
E' morto in un incidente di lavoro. Adesso i suoi organi daranno una vita migliore ad altre persone. A concedere l'autorizzazione alprelievo e' stata la madre dell'operaio di appena 19 anni, C. S., di Mazzarrone (Catania), morto alla Rianimazione dell'ospedale "Garibaldi" di Catania. "Dono gli organi di mio figlio - dice la mamma - affinche' questa morte assurda non rimanga senza senso". Il giovane, lo scorso 5 gennaio, mentre si accingeva ad effettuare uno scavo per apporre un cancello in ferro, e' stato travolto da un pilastro di sostegno, riportando un gravissimo trauma cranio-facciale. Ricoverato in condizioni disperate, questa mattina si e' verificato lo stato di morte encefalica, per cui e' stata attivata la commissione per l'accertamento della morte composta da un neurologo, da un medico legale e da un anestesista rianimatore. Davanti alla proposta di donare gli organi del ragazzo, avanzata dal primario Sergio Pintaudi, la mamma ha datto il proprio consenso: "La rabbia - ha detto la donna - e' tanta nel momento in cui si assiste alla morte del proprio figlio, soprattutto quando avviene durante il lavoro, ma doniamo i suoi organi per dare un senso a questa morte". Il cuore di C. S. sara' trapiantato a un giovane di Bergamo, il fegato e il pancreas saranno prelevati dall'Ismett di Palermo, i reni ai centri trapianto del policlinico di Catania e all'ospedale Civico di Palermo. "Il gesto di generosita' della mamma e del papa' di Calogero - ha commentato il primario Pintaudi - ha particolarmente colpito tutta la nostra equipe perche' e' proprio vero che la rabbia e' tanta quando si assiste impotenti alla morte del proprio figlio, ma quando cio' accade durante un'attivita' lavorativa, diventa ancora piu' inaccettabile e incomprensibile". vipas
torna su