indietro

CHERATOCONO: UN COLLIRIO EVITERA' IL TRAPIANTO

L'intervento é possibile a Siena e soltanto su pazienti di età compresa tra i 14 e i 40 anni, con uno stadio di malattia non avanzato.

31/08/2007
Fino ad oggi l'unico trattamento possibile per la cura del cheratocono, che colpisce in Italia circa una personoa su 500 è il trapianto di cornea. E' stato visto però che un collirio sarebbe capace di stimolare l'attività delle cellule sane e di uccidere quelle malate della cornea. Questa tecnica  denominata "Cross-linking" è stata importata dalla Germania e in Italia dall'Università di Siena. ''L'intervento è abbastanza semplice - chiarisce Jean Marc Vergati, uno dei primi ad introdurre tale tecnica in Italia - si esegue in anestesia locale, e consiste nell'applicare sulla cornea un collirio a base di vitamina B2. Questo farmaco viene poi attivato, ad intervalli, per circa 30 minuti, mediante una sorgente di luce a ultravioletti''. In Italia sono già più di 100 i pazienti trattati. Non tutti però possono sottoporsi all'intevento sono operabili soltanto i pazienti di età compresa tra i 14 e i 40 anni, con uno stadio di malattia non avanzato. (vipas)
torna su