indietro

Cina: stop al trapianto con gli organi dei condannati a morte.

La donazione volontaria degli organi dopo la morte rimane l'unica via.

14/01/2015
Dal primo gennaio 2015, la Cina ha posto definitivamente fine all'uso degli organi dei condannati a morte nei trapianti, così la donazione volontaria degli organi dopo la morte rimane l'unica via. Questa decisione ha segnato un punto di riferimento storico per l'amministrazione con la legge da parte del governo, che da speranza alle persone per un'amministrazione trasparente e giusta nella gestione dei trapianti degli organi. La fonte della notizia sopraccitata viene da una riunione convocata alla fine dello scorso anno a Kunming, capoluogo della provincia dello Yunnan. La notizia è stata rivelata dal direttore del Comitato per la donazione e il trapianto degli organi del corpo umano della Cina, Huang Jiefu, suscitando un'ampia attenzione dai mass media cinesi ed esteri e dell'opinione pubblica. Si tratta della prima data precisa che un comunicato da un organismo governativo ferma il trapianto degli organi dei condannati a morte, e gli ospedali coinvolti sono 169.
torna su