indietro

CNT: TRAPIANTI E SPORT- UN PROGETTO PER AIUTARE I PAZIENTI

Nasce dalla collaborazione tra diverse realtà un nuovo progetto per incentivare la ricerca sui benefici dell’attività sportiva per i trapiantati.

26/11/2008
L’idea è stata presentata alla stampa in occasione del primo incontro di lavoro del gruppo “Trapianto…e adesso sport” che si è tenuto presso la sede dell’Isokinetic di Bologna, Via di Casteldebole 8/10, il 24 novembre scorso. Collaboratori del progetto sono il Centro Nazionale Trapianti, l’Istituto Superiore di Sanità, il Giorgio Cimurri Impresa e Sport, il Centro Studi Isokinetic di Bologna, l’Università di Bologna e le associazioni di pazienti. Il progetto “Trapianto…e adesso sport” rientra nell’ambito delle attività che il Centro Nazionale Trapianti dedica alla promozione dell’attività sportiva come riconosciuto contributo terapeutico dello sport nella riabilitazione psicologica e fisica del trapiantato. Negli ultimi due anni, il CNT ha promosso con successo due edizioni del Convegno “Sport e Trapianti”, organizzato a Corvara in occasione della gara ciclistica “Maratona dles Dolomites” a cui partecipa ogni anno un folto gruppo di ciclisti trapiantati. Riappropriarsi della funzionalità del proprio corpo dopo un trapianto d’organo rappresenta una tappa fondamentale e praticare un’attività fisica e sportiva contribuisce notevolmente a raggiungere questo obiettivo. Il progetto “Trapianto…e adesso sport” nasce dalla collaborazione con esperti e professionisti del mondo della medicina riabilitativa e sportiva, esperti dei trapianti, medici chirurghi, testimonial sportivi e le importantissime associazioni di settore che condividono lo stesso obiettivo, aprire il varco allo sport come medicina, o meglio ancora in sostituzione (anche parziale) del farmaco stesso.
torna su