indietro

COCKTAIL DI FARMACI PER PREVENIRE O RITARDARE LA DIALISI

L'annuncio è stato dato dal professore Giuseppe Remuzzi all'apertura dei lavori scientifici del Congresso degli Internisti Ospedalieri della FADOI.

13/05/2004
La dialisi si puo' evitare, o comunque ritardare. E il merito e' di una ricerca tutta italiana. Il traguardo e' ora raggiungibile usando precocemente farmaci gia' disponibili, nati per curare l'ipertensione arteriosa. L'annuncio, destinato a suscitare un grande clamore nel mondo della medicina, e' stato dato dal professore Giuseppe Remuzzi, all'apertura dei lavori scientifici del Congresso degli Internisti Ospedalieri della FADOI. ''Sono destinati alla dialisi - dice il professore Remuzzi, Direttore del Dipartimento di Medicina Specialistica e del Trapianto dell'Ospedale e del Mario Negri di Bergamo - in gran parte pazienti sofferenti di malattie renali con proteinuria, cioe' la perdita di proteine nelle urine. Destinati alla dialisi anche malati di diabete con insufficienza renale. Introducendo nella terapia un cocktail di farmaci, aceinibitori e antagonisti recettoriali dell'angiotensina, in tempi precoci, si puo' evitare o comunque prolungare nel tempo l'inizio della dialisi. Con questa terapia si proteggono i pazienti anche da complicanze cardiovascolari. E' stato condotto in proposito uno studio, chiamato ''Benedict'', a Bergamo sui diabetici: fra 15 giorni i risultati''. ''Questa ricerca - aggiunge Remuzzi - non deve creare false aspettative in soggetti che attualmente si trovano in dialisi. L'uso dei farmaci e' destinato a prevenire la dialisi. Purtroppo, al momento, chi vive dipendendo dalla macchina non ha altre soluzioni se non il trapianto, ma non per tutti''. Attualmente sono in dialisi in Italia cinquantamila pazienti, soprattutto uomini, il rapporto e' 2 a 1; l'eta' media e' di 50-60 anni. Nel 2010 saranno ottantamila. Per ogni dializzato si spendono in Italia circa 40mila euro. Attualmente in Italia ci sono pazienti che vivono in dialisi da oltre 35 anni. Nel mondo il 90 per cento dei dializzati risiedono negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone e, in totale, rappresentano il 20% della popolazione. In tutti i Continenti in dialisi attualmente ci sono circa un milione di pazienti. Nel 2010 la spesa sara' di un trilione di dollari.
torna su