indietro

CONSERVAZIONE TESSUTI DA TRAPIANTARE: ACCORDO TRA VENETO E TRENTINO

Alla base dell'accordo l'ottimizzazione dei costi. Coinvolta anche la Fondazione banca degli occhi di Mestre.

17/11/2002
La Provincia autonoma di Trento ha aderito all'accordo di collaborazione fra le Regioni Veneto e Friuli per la conservazione di tessuti a scopo di trapianto. Sono tre i centri oggetto dell'accordo - Treviso, Mestre-Venezia,Verona - per la custodia di tessuti relativi a valvole cardiache, cute, osso, cornee e vasi vascolari. L'accordo è stato sottoscritto a Cavalese dagli assessori Mario Magnani e Fabio Gava. Il ministro Girolamo Sirchia presente alla firma dell'accordo, l' ha indicato come "esempio di buona cooperazione fra gli enti territoriali che migliorerà gli standard qualitativi e quantitativi dei prelievi e dei trapianti di tessuti. Permette al tempo stesso una ottimizzazione dei costi a carico del servizio sanitario nazionale e consente ai cittadini , anche di piccole realtà quali il Trentino, di poter disporre di servizi di eccellenza, anche se fuori regione, ma senza spese eccessive." Tra le strutture coinvolte anche la Fondazione Banca degli Occhi di Mestre, unica struttura europea ad aver raggiunto gli standard qualitativi richiesti negli Usa per la gestione delle cornee e impegnata in una funzione tutoriale di analoghi centri europei ed italiani. L'accordo ha detto Gava "consente di ottimizzare i costi delle strutture di eccellenza del Veneto, grazie ad un bacino di potenziali sei milioni di utenti, importante quale massa critica. Dimostra inoltre che si possono raggiungere livelli di qualità grazie ad un lavoro di squadra, reso possibile da realtà molto simili per modelli di eccellenza quali sono le strutture di Veneto, Friuli e Trentino. Realtà dove esiste uno spirito di volontariato molto elevato e un'idea di donazione molto diffusa". Analoga convenzione sarà conclusa con la Provincia autonoma di Bolzano, che - ha detto Gava - "ha già manifestato interesse". (vipas)
torna su