indietro

DONATORI MARGINALI: TRAPIANTO DI DOPPIO RENE

Il trapianto di doppio rene da donatori marginali ECD è una possibile alternativa per affrontare la crescente carenza di organi disponibili.

23/07/2007
Il trapianto di doppio rene è una pratica che prevede l'impiego di donatori marginali, ovvero di donatori i cui organi non soddisfano pienamente tutti i requisiti di selezione, soprattutto a causa dell'età avanzata. Uno studio di coorte - pubblicato su Transplantation - ha cercato di analizzare le differenze di outcome dei pazienti sottoposti a trapianto di doppio rene (DKT) da donatori marginali con criteri di donazione estesi (ECD), rispetto al trapianto di singolo rene (SKT) da donatori ECD e da donatori con criteri di donazione standard (SCD, definiti come non-ECD). Nello studio è stata effettuata un'analisi retrospettiva dei trapianti di rene (KT) da donatore cadavere eseguiti presso un unico centro trapianti tra ottobre 2001 e settembre 2006. Se l'esame della clearance della creatinina (CrCl) compiuta sui donatori cadavere era < 65mL/min, allora entrambi i reni venivano trapiantati simultaneamente in un singolo paziente. Nel caso di DKT e SKT da donatori ECD, venivano scelti pazienti riceventi a basso rischio e si otteneva dagli stessi un consenso informato. I pazienti di ciascun gruppo sono stati confrontati per età, sesso, razza, numero di trapianti e tempo di trapianto. Dei 294 trapianti da donatori adulti da donatore cadavere eseguiti, 16 (5%) erano DKT. Questi sono stati messi a confronto con 16 trapianti singoli da SCD e 16 trapianti singoli da ECD. La media di età dei donatori (33 anni per gli SCD, 61 per gli ECD e 65 anni per i DKT; p < 0,0001) e la ClCr media dei donatori in ml/min (54 nei DKT, 91 nei donatori SCD e 76 negli ECD; P = 0,002) erano differenti tra i gruppi. La sopravvivenza dei pazienti era del 100% nei due gruppi DKT e SCD SKT, mentre era del 94% nel gruppo ECD SKT (follow up medio di 23-28 mesi). Il tasso di sopravvivenza dei graft nei gruppi DKT, SCD e ECD era rispettivamente dell'81%, dell'81% e del 94% (P = NS). La funzionalità del graft, il rigetto e la morbilità erano simili tra i gruppi. In conclusione, il trapianto di doppio rene da donatori marginali ECD è una possibile alternativa per affrontare la crescente carenza di organi disponibili. Eccellenti risultati a breve termine e un'ottima funzione renale posso essere ottenuti con donatori anziani con una massa nefronica ridotta, a condizione però che entrambi i reni siano trapiantati in un singolo paziente ricevente. Bibliografia Moore PS, Farney AC, Sundberg AK, et al. Dual Kidney Transplantation: A Case-Control Comparison With Single Kidney Transplantation From Standard and Expanded Criteria Donors. Transplantation 2007; 83: 1551-6. [abstract] Fatti e cifre n. 103
torna su