indietro

DONAZIONI: ITALIA AL SECONDO POSTO IN EUROPA

Nei primi tre mesi di quest'anno il numero dei donatori effettivi è salito dal 18,1 a 20,9 per milione di popolazione.

05/04/2004
Nel primo trimestre di quest'anno, il numero dei donatori effettivi per milione di abitanti (pmp) è salito da 18,1 a 20,9 (proiezione al 15 marzo 2004), un dato che pone l'Italia al secondo posto, dopo la Spagna (32,0 pmp), nella classifica europea dei Paesi con il maggior numero di donatori e al di sopra della media ottenuta dagli USA nel 2003. A livello regionale, sebbene ai primi posti risultino Friuli Venezia Giulia (41,2) e Piemonte (32,1), si sottolinea l'aumento registrato dall'Abruzzo-Molise con 30,8 donatori pmp - cui fanno seguito Toscana (29,1) Marche (26,5), Emilia Romagna (25,6), Lombardia 23,8), Umbria (23,6) - e quello del Lazio (22,9), seguito da Veneto (22,6), Prov. Aut. Bolzano (21,1) e Sardegna (20,9). Al di sotto dei 20 donatori pmp, con un certo distacco, si collocano le altre Regioni italiane, tra cui tuttavia si segnala la crescita di alcune Regioni meridionali tra cui la Sicilia, che arriva a 11,8 donatori pmp, e la Campania (9,4 pmp). Questo il quadro dell'attività di donazione per regione (donatori utilizzati per milione di popolazione) Friuli Venezia Giulia: 41,2 Piemonte-Valle d'Aosta: 32,1 Abruzzo-Molise: 30,8 Toscana: 29,1 Marche: 26,5 Emulia Romagna: 25,6 Lombardia: 23,8 Umbria: 23,6 Lazio: 22,9 Veneto: 22,6 Prov. Auton. Bolzano: 21,1 Sardegna: 20,9 Liguria: 12,4 Sicilia: 11,8 Campania: 9,4 Puglia: 8,1 Basilicata: 0 Calabria: 0 Prov. Auton. Trento: 0 (vipas)
torna su