indietro

Doppio trapianto di mani al San Gerardo di Monza

É uno dei primi interventi al mondo. Il paziente è una donna.

13/10/2010
Eccezionale intervento chirurgico all’ospedale San Gerardo di Monza dove, nella notte tra lunedì e martedì scorso, è stato eseguito un doppio trapianto bilaterale delle mani. Si tratta di uno dei primi interventi di questo genere a livello mondiale ed è stato condotto su una donna di 52 anni, che aveva subito l'amputazione di mani e piedi nel 2007. La donatrice è una signora di 58 anni e il prelievo era stato eseguito presso l'ospedale di Cremona. L'intervento, durato circa sei ore, è stato eseguito dall'equipe guidata da Massimo Del Bene, direttore dell'Unità operativa di chirurgia plastica ricostruttiva, chirurgia della mano e microchirurgia ricostruttiva, dell'ospedale. La paziente è ora ricoverata in Rianimazione e, secondo quanto riferisce l'assessore lombardo alla Sanità Luciano Bresciani “è in buone condizioni generali anche se sono necessari ancora 7 giorni per poter sciogliere la prognosi per la certezza della buona rivascolarizzazione delle mani”. “Si tratta di un nuovo, grande successo per la sanità lombarda - ha commentato il Governatore lombardo Roberto Formigoni - che si conferma una volta di più come punto di assoluta eccellenza a livello internazionale”. I PRECEDENTI Nel mondo Il primo trapianto di una sola mano risale al 1998: a Lione, in Francia, viene effettuato su un neozelandese di 47 anni Clint Hallam. Dopo 3 anni su richiesta del paziente la mano verrà amputata. Il primo trapianto bilaterale avviene nel 2000: sempre a Lione in Francia su un uomo di 34 anni, Denis Chatelier. In Italia Nel 2000 il primo intervento a Monza, su un uomo di 43 anni.
torna su