indietro

FRANCIA: UN NUOVO TRAPIANTO DI FACCIA

Il beneficiario del trapianto è un giovane di 27 anni, sofferente di una malattia che deforma il viso

23/01/2007
A un anno di distanza dal primo trapianto di faccia, effettuato su una donna che era stata sfigurata dal suo cane, un secondo intervento del genere è stato condotto in Francia. Il beneficiario del trapianto è un giovane di 27 anni, sofferente della malattia di Von Recklinghausen, che deforma il viso. È il terzo caso al mondo di trapianto facciale: a oltre ai due nel Paese transalpino, un altro paziente era stato operato lo scorso aprile in Cina. Quindici ore di intervento Il trapianto ha riguardato le zone del naso, delle labbra e del mento, più una parte delle guance. Durato circa quindici ore, l’intervento è stato realizzato nell’ospedale Henri-Mondor di Creteil, nella regione parigina, dall’equipe medica guidata dal chirurgo Laurent Lantieri. “The elephant man” Il giovane operato a Creteil soffriva del morbo di Von Recklinghausen, altrimenti detta neurofibromatosi di tipo 1. Si tratta di una malattia genetica che sfigura il volto di una persona, la cui manifestazione più grave è la comparsa di tumori benigni, a carico dei nervi, chiamati per l’appunto neurofibromi.  Colpisce indistintamente uomini e donne, e può manifestarsi anche su persone nate da genitori totalmente sani. Questa malattia è stata resa “famosa” anche dal film “The elephant man”, di David Lynch, del 1980. (vipas)
torna su