indietro

GIOCHI MONDIALI PER TRAPIANTATI IN CANADA

Si terrano a London (Ontario) fino al 25 luglio. Presente la squadra nazionale trapiantati ANED.

14/07/2005
La squadra Nazionale trapiantati ANED, Associazione Nazionale EmoDializzati, sabato 16 luglio è in partenza per London nell’Ontario (Canada) dove si svolgono, fino al 25 luglio, i Giochi mondiali per trapiantati. “Il vero obiettivo dei Giochi è richiamare l’attenzione sul miracolo della riconquista della vita che solo il trapianto può dare", spiega Franca Pellini, presidente dell'ANED, "e sulle  liste d’attesa che solo una diffusa solidarietà consapevole può ridurre. Mentre assistiamo in Italia ad un miglioramento dell’attività, le liste di attesa contano ancora oltre 8000 uomini, donne e bambini e ogni giorno uno di loro non ce la fa e perde la vita. I trapiantati sportivi vogliono ricordare che nella gara per la vita siamo tutti competitori e che un ‘no’ significa concretamente lasciare uno di noi ai blocchi di partenza, senza speranza”. La squadra Nazionale ANED è composta da 46 atleti che gareggeranno nelle discipline del nuoto, atletica, volley, bowling, ciclismo, golf, tennis da tavolo, tennis e badminton. Il più anziano è Carlo Maffeo, 75 anni, di Torino, trapiantato di fegato a Bruxelles nel 1987. Gli atleti  più giovani sono un ragazzo di 16 anni, trapiantato di midollo e una ragazza di 16 trapiantata di rene: Tiziano Esposito di Fiumicino (Roma), trapiantato nel 1990, ed Elisa Negri di Gardone Riviera (BS), trapiantata nel 1993. Sono stati trapiantati in tanti centri diversi a prova che  il servizio sanitario italiano sa esprimersi al meglio in ogni regione italiana, dal Piemonte alla Campania, da Milano a Roma, da Palermo a Pisa, da Vicenza a Perugia. Nel complesso, rappresenteranno l’Italia a London 31 trapiantati di rene, 5 trapiantati di fegato, un trapiantato di cuore (Silvia Mignani, 21 anni, di SettimoTorinese), 6 trapiantati di midollo, 3 trapiantati di rene e pancreas. Alcuni di loro hanno ricevuto medaglie nella precedente edizione dei Mondiali trapiantati a Nancy (Francia): Silvia Mignani, Gianmarco Bertoni di Varese, Gabriele Marrucci di Livorno e Giovanna Invernizzi di Graffignana (trapiantati di rene) hanno vinto medaglie d’oro, d’argento e di bronzo nel nuoto;  Stefano Poli di Bologna (rene) ha vinto l’argento  nel tennis; Federico Salton della provincia di Biella (midollo) è stata premiato con l’argento  per i 100 e 200 metri. La squadra di volley deve difendere il podio guadagnato a Nancy  mentre Caterina Jose Folco di Savigliano (CN), trapiantata di rene, l’oro vinto nel golf e Monica Hofer di Racile (BZ), trapiantata di fegato, l’argento nel ciclismo. Infine Giovanni Tuccillo di Napoli - trapiantato di rene al Policlinico di Roma - corre nella Maratona rincorrendo l’oro guadagnato a Budapest nel 2002, ai Giochi Europei. La rappresentanza italiana parteciperà ai Giochi, promossi dalla World Transplant Games Federation, insieme a 1700 atleti trapiantati tra cui un centinaio di bambini,  in arrivo da ogni parte del mondo. Una serie di eventi sportivi, scientifici, culturali e ludici li attendono in un clima olimpico nel campus della Western University dell’Ontario da cui lanciare un messaggio di speranza, di solidarietà e di vita. Fonte: Ufficio stampa ANED 2005.
torna su