indietro

Gran Bretagna: Governo studia incentivi per incrementare la donazione organi.

“É etico?” chiede il Nuffield Council di Bioetica.

20/04/2010
Incentivi in contanti oppure rimborso delle spese per i funerali. Sono due delle tante idee prospettate in Gran Bretagna per incoraggiare le persone a donare gli organi e i tessuti in caso di decesso. Il Comitato Nuffield di Bioetica – scrive oggi la Bbc – sta svolgendo un’indagine sull’opinione pubblica per sapere se è “etico” utilizzare incentivi finanziari per incrementare le donazioni di organi, ma anche di ovuli e sperma. Un’altra opzione è quella ad esempio di garantire la precedenza ai potenziali donatori iscritti in un registro, se nel corso della vita avranno bisogno di un trapianto. La consultazione durerà tre mesi e le conclusioni del Consiglio di Bioetica saranno pubblicate nell’autunno 2011. Attualmente in Gran Bretagna l’acquisto di organi è vietato. Negli ultimi anni la richiesta di donatori è aumentata notevolmente, sia per i progressi nelle tecniche dei trapianti sia per l’invecchiamento medio della popolazione. Anche la richiesta di sperma e ovuli è cresciuta, grazie ai nuovi trattamenti e procedure per far fronte all’infertilità. (Apcom)
torna su