indietro

I TRAPIANTI NEL NUOVO PIANO SANITARIO NAZIONALE

I trapianti di organo inseriti tra gli undici "obiettivi di salute", previsti dal Nuovo piano sanitario nazionale.

01/04/2002
Il Ministro della Salute, prof. Girolamo Sirchia, ha illustrato le linee generali del nuovo piano sanitario nazionale. Tra gli undici "obiettivi di salute" sono stati inseriti i trapianti di organo. Di seguito ne riportiamo la scheda. Nel corso dell'ultimo triennio l'incremento complessivo del numero di donazioni e della qualità dei trapianti in Italia ha portato il nostro Paese al livello delle principali Nazioni europee, e il numero dei donatori di organo è aumentato del 42,3%, con un incremento complessivo del 27,4% del numero dei trapianti. Per il prossimo futuro occorre procedere a: - ridurre il divario fra le regioni in termini di attività di reperimento donatori per raggiungere il numero delle 30 donazioni per milione di abitanti; - prevedere sistemi di verifica sull'efficacia dell'attività dei coordinatori locali, contestualmente al riconoscimento di incentivi; - prevedere che in tutte le rianimazioni si attuino procedure per reperire tutti i potenziali donatori e sia disponibile la commissione per l'accertamento della morte; - predisporre, per i familiari dei soggetti sottoposti ad accertamento di morte, un supporto psicologico e di aiuto; - valutare e rendere pubblici i risultati delle attività di prelievo e trapianto di organi; - rendere sempre più oggettivi e trasparenti i criteri di ammissione del paziente al trapianto.
torna su