indietro

IL CUORE ARTIFICIALE ITALIANO:UNA REALTA'?

Costituita nelle scorse settimane la NewCorTec , una società tutta italiana.

20/02/2005
E' nata ufficialmente NewCorTec, società tutta italiana che avrà come obiettivo quello di avviare l'industrializzazione e la commercializzazione del primo cuore artificiale 'made in Italy'. I VAD (Ventricular Assist Device) sono delle pompe ventricolari sviluppate per operare in combinazione con il cuore naturale e forniscono un’assistenza ventricolare finalizzata al recupero della contrattilità del ventricolo sinistro. Il pregio è quello di lavorare in parallelo al cuore naturale scompensato, e non di sostituirlo. Nel mondo il 20-25% dei pazienti candidati al trapianto cardiaco muore in attesa di un donatore idoneo; la disponibilità di organi è diventata sempre più critica, visto il crescente numero di patologie che necessitano di un trapianto. Da qui l'esigenza di un dispositivo di assistenza, soprattutto per il ventricolo sinistro, la parte del cuore soggetta a più frequenti patologie come ponte per pazienti in attesa di trapianto cardiaco. NewCorTec è un parternariato tra la società di ricerca Tecnobiomedica e l'Istituto di Fisiologia Clinica di Pisa del CNR diretto dal Professor Luigi Donato Azionisti sono San Paolo Imi, Consorzio Corites, Esaote, Fresenius Medical Care Italia, Bellco, Rizzoli Ortopedia, Samo, la ex Sclavo Diagnostic, Kontron Instrument e Umbra Cuscinetti SpA. Amministratore Delegato della nuova società sarà Romano Ferri, manager di esperienza internazionale nel settore biomedico. (vipas)
torna su