indietro

IL TRAPIANTO IN CRONACA (5)

Roma: 100 trapianti di polmone al Policlinico Umberto I Forlì: quando la solidarietà non ha confini

14/03/2002
Roma: 100 trapianti di polmone al Policlinico Umberto I° L'Azienda Policlinico Umberto I° ha raggiunto il traguardo dei 100 trapianti di polmone. L'ultimo intervento è stato effettuato tra martedì e mercoledì. Da un donatore cagliaritano di 23 anni sono stati prelevati il cuore, il fegato, i reni e i polmoni. Quest'ultimi sono stati trapiantati a una ragazza di Cesena di 21 anni, affetta da fibrosi cistica con insufficienza respiratoria grave, in lista di attesa dal mese di Agosto del 2001. L'intervento è stato eseguito dall' equipé del prof. G.F. Coloni, del centro di chirurgia toracica del Policlinico, che ha la più grossa esperienza in Italia nel trattamento di pazienti affetti da fibrosi cistica con insufficienza respiratoria. Infatti l'attività di trapianto polmonare è iniziata al Policlinico nel 1994. La Professoressa Adriana Di Corato, Coordinatore locale dei trapianti, esprimendo soddisfazione per il successo dell'ultimo intervento, in un comunicato ha sottolineato che " il centesimo trapianto di polmone pur costituendo un traguardo simbolico, testimonia soprattutto un'attività clinica e di ricerca specialistica in grado di offrire, nell'ambito delle attività assistenziali svolte presso l'Azienda Policlinico, una valida soluzione terapeutica ai pazienti con insufficienza respiratoria". Ha inoltre ricordato che "in questi anni l'Azienda Policlinico è divenuta il punto di riferimento a livello nazionale sia per il maggior numero dei trapianti effettuati sia per gli indici di sopravvivenza a lungo termine, paragonabili ai centri più all'avanguardia in Europa e negli Stati Uniti.". Forli: quando la solidarietà non ha confini. Valentin è un bambino rumeno di 10 anni, sofferente di insufficienza renale. Per sopravvivere è costretto a sottoporsi alla dialisi. Una procedura difficilissima nella disastrata sanità rumena. L'unica salvezza può venire dal trapianto. Il padre è pronto alla donazione, ma l'intervento deve essere eseguito all'Ospedale S. Orsola di Bologna. Purtroppo la famiglia versa in precarie condizioni economiche. Un gruppo di cittadini di Forlì, venuti a conoscenza del caso, hanno deciso di aiutare Valentin e la sua famiglia. A Natale sono stati spediti i primi aiuti e nel giro di qualche mese potrebbe essere eseguito l'intervento. Nei giorni scorsi Valentin ha scritto agli amici forlivesi una lettera, pubblicata dai giornali locali:" Vi ringrazio per tutte le cose che mi avete mandato per Natale che mi hanno procurato molta gioia e anche per il fatto che mi volete salvare la vita. Vi ringrazio molto e aspetto con impazienza il giorno in cui farò il trapianto. Io ringrazio tutti coloro che mi hanno aiutato e che continuano a farlo. Un bacio, Valentino ". (vipas)
torna su