indietro

Il trapianto renale da donatore vivente in un video.

É parte integrante della campagna formativa-informativa promossa dal CNT su scala nazionale.

12/12/2013
Il Prof. Piero Stratta, Direttore della Cattedra e Scuola di Specializzazione in Nefrologia Università del Piemonte Orientale e SC Nefrologia e Trapianto renale AOU Maggiore della Carità Novara, ha prodotto un video sul problema del Trapianto di rene da donatore vivente. Di seguito la presentazione del Prof Stratta. “Il programma di trapianto di rene da donatore vivente è oggi molto diffuso in tutto il mondo, ma purtroppo poco in Italia. Questo ha indotto il Centro Nazionale per i Trapianti (CNT) a promuovere da alcuni mesi una campagna formativa - informativa su scala nazionale, per diffonderne la cultura e promuoverne la diffusione nel tentativo di avvicinarci alle altre nazioni europee, dove questa attività è molto più sviluppata. Anche noi, come tanti altri, stimolati dalle sollecitazioni del Centro Nazionale Trapianti, abbiamo cercato di impegnarci nella campagna nazionale di stimolo alla comunicazione, condivisione e diffusione del tema del "Trapianto renale da donatore vivente" producendo tutti insieme questo video sull'argomento. Si tratta di un film in tre tempi, piuttosto lungo e articolato in cui abbiamo cercato di fare tutto il percorso del trapianto da vivente con l'intervento di otto coppie e di tutti gli specialisti coinvolti nella nostra realtà operativa. La divisione in tre tempi (il secondo tempo è ulteriormente suddiviso in due parti A e B) è stata pensata in modo da potere avere il discorso generale diviso in "sezioni" diverse, fruibili in tempi e talora anche con spettatori diversi. 1. Il primo tempo è dedicato al percorso che il donatore fa per arrivare al trapianto; 2. Il secondo tempo, dedicato all'arrivo al trapianto, è suddiviso in due sezioni: una sezione A, dove parlano soprattutto gli operatori (chirurghi, radiologi, etc ); una sezione B dove parlano i donatori di come è andato il trapianto; 3. Il terzo tempo è dedicato nella prima parte all'arrivo al trapianto dei riceventi e nella seconda parte a ricevente e donatore dopo il trapianto. Tutto il lavoro è stato condotto con molta buona volontà e pochissimi mezzi, per cui è molto artigianale,. comunque il risultato ci pare buono, e questa è anche l'opinione dei pazienti e dei medici cui abbiamo cominciato a farlo vedere e distribuirlo perché possano utilizzarlo nei loro ambulatori nefrologici. Il nostro obiettivo è quello di diffondere il filmato, anche grazie all’aiuto dei mezzi di comunicazione, su tutto il territorio locale, regionale ed anche nazionale, per fare l’informazione in modo semplice e diretto e per favorire la sensibilità e la conoscenza nei confronti del trapianto di rene da donatore vivente, una possibilità concreta e generosa che può cambiare radicalmente la vita di molte persone e che rappresenta oggi una realtà ormai diffusa ampiamente in tutto il mondo.”
torna su