indietro

IN USA LE OLIMPIADI DEI TRAPIANTATI

Si terranno a fine luglio a Minneapolis.

18/05/2004
Saranno in migliaia, di tutte le eta', con un unico obiettivo: testimoniare l'importanza della donazione degli organi. Sono gli atleti delle olimpiadi americane dei trapiantati, che si svolgeranno quest'anno a Minneapolis (Minnesota) dal 27 luglio al primo agosto. Promosse dalla National Kidney Foundation, la piu' grande organizzazione a livello mondiale per la promozione della donazione di organi e tessuti, le olimpiadi celebreranno quest'anno anche il cinquantenario del primo trapianto d'organo con esito positivo, eseguito da Joseph Murray nel 1954 a Boston. E proprio Murray, che oggi ha 84 anni, sara' presidente dell'ottava edizione dei giochi. Possono partecipare alle olimpiadi atleti di tutte le eta', che abbiano effettuato il trapianto da almeno sei mesi. Dodici le categorie sportive previste, dal basket al ciclismo. Un evento che, secondo le stime, attirera' a Minneapolis oltre diecimila persone. Il tutto per diffondere un messaggio di speranza e con due obiettivi principali: mostrare all'opinione pubblica quanto sia migliorata negli anni la qualita' della vita dei trapiantati e portare avanti un'opera di sensibilizzazione per un aumento delle donazioni. Un segno di speranza per i circa 82 mila pazienti che negli Stati Uniti sono ancora in attesa di un trapianto salvavita.
torna su