indietro

Islanda, trapianti annullati per colpa della nube.

Pazienti in pericolo di vita.

20/04/2010
Non solo disagi e perdite economiche. La cancellazione dei voli, a seguito dell’eruzione vulcanica, sta mettendo in grave pericolo la vita di alcuni pazienti che dovevano ricevere un trapianto di midollo osseo da donatori di altri paesi. Nel Regno Unito una bambina si trova in gravi condizioni per via di un trapianto di midollo osseo, proveniente da un donatore del Canada, che non è potuto avvenire per la crisi aerea causata dalla nube di cenere vulcanica. I medici hanno detto, secondo quanto riportato dal quotidiano britanncio Daily Mail, che la bambina di trova in uno “stato estremamente vulnerabile” per via delle restrizioni dello spazio aereo che non permeterebbero di effettuare l’unico trattamento possibile da un donatore che vive in Canada. É l’unica possibilità di sopravvivenza perchè solo un midollo osseo completamente compatibile può aiutare i pazienti affetti da leucemia. Un portavoce della Anthony Nolan Trust, l’organizzazione che aiuta a reclutare donatori di midollo osseo, ha detto: “Questa è davvero una situazione di vita o di morte. Il trapianto è la sua ultima occasione”. Ma questa ragazza è solo una dei 16 pazienti che hanno bisogno urgente di un trapianto che potrebbe ritardare per via dell’eruzione vulcanica. Un numero di malati che potrebbe aumentare drasticamente, secondo i medici, se la situazione non ritornerà alla normalità. Fino ad ora sono stati annullati 16 trapianti in programma. Il midollo osseo, che doveva essere utilizzato, proveniva dagli Stati Uniti e dall’Europa, gli unici posti dove si è trovata una corrispondenza con il donatore. Prima di arrivare a destinazione il midollo osseo deve percorrere lunghe distanze, trasportato da volontari in contenitori di plastica come bagaglio a mano. Il portavoce della Anthony Nolan Trust ha spiegato che il midollo può stare solo 72 ore nel contenitore prima che le cellule muoiano. Per tentare di fronteggiare l’emergenza l’organizzazione ha invitato le persone a offrirsi come donatori nella speranza che le distanze con il ricevente possano essere percorse senza ostacoli da parte della nube di cenere.
torna su