indietro

Istat: i primi dati sul censimento del non profit.

Il mondo del non profit cresce e si diversifica.

17/07/2013
A confermarlo sono i risultati del 9° Censimento Istat su industria e servizi, istituzioni pubbliche e non profit. Alla rilevazione hanno partecipato oltre 300mila organizzazioni non profit. L'incremento riguarda quasi tutte le regioni italiane, con punte sopra la media nazionale al Centro e nel Nord-ovest (rispettivamente 32,8% e 32,4% per cento in più rispetto al 2001). Rilevante anche l'apporto di risorse umane impegnate nel settore. Le istituzioni non profit contano infatti sul contributo lavorativo di 4,7 milioni di volontari, 681mila dipendenti, 271mila lavoratori esterni e 5mila lavoratori temporanei. Quattro istituzioni su cinque usufruiscono del lavoro volontario. In base all'analisi per attività economica il non profit costituisce la principale realtà produttiva del Paese nei settori dell'assistenza sociale (con 361 istituzioni non profit ogni 100 imprese) e delle attività culturali, sportive, di intrattenimento e divertimento (con 239 istituzioni non profit ogni 100 imprese). In allegato il "Comunicato stampa" ed il documento "Rilevazione sulle istituzioni non profit".
torna su