indietro

L’indennità dell’assessore finanzierà una borsa di studio per ricercatori.

La scelta di Pier Carmelo Russo, assessore della giunta Lombardo, a favore di un progetto del Centro Regionale dei Trapianti.

10/01/2011
In tempi in cui la politica difficilmente rinuncia a benefit ed indennità, un assessore della giunta Lombardo decide di andare controcorrente: parte del suo stipendio di amministratore finanzierà un progetto di ricerca nel campo dei trapianti di organi. Protagonista del gesto, che, ci tiene a precisare, «non va considerato un atto esemplare, né un messaggio alla politica o una lezione da impartire», è Pier Carmelo Russo, titolare delle deleghe alle Infrastrutture , alla mobilità e all’Energia: e proprio l’indennità relativa a quest’ultimo incarico sarà destinata alla borsa di studio, per una somma di circa 20mila euro. «Si tratta di un ringraziamento ai miei genitori», spiega Russo, ma potete anche considerarla una sorta di investimento: è come se mi pagassi un’assicurazione sulla salute nell’ipotesi in cui domani io stesso possa dover beneficiare di queste scoperte mediche». Alla base della scelta di Russo, dunque, motivazioni di carattere familiare e una sua personale conoscenza del settore della Sanità e delle sue esigenze. La borsa di studio servirà a finanziare un progetto da sviluppare presso il Centro Regionale Trapianti. “Si è trattato - ha detto il coordinatore del Centro Regionale dei Trapianti, Vito Sparacino - di un ‘regalo di Natale’ inatteso ma più che gradito. Ci attiveremo subito per preparare il bando e contiamo di potere avviare questa borsa di studio fra aprile e maggio”. “Attualmente in Sicilia registriamo - dice ancora Sparacino - un tasso di opposizione alle donazioni degli organi che si aggira intorno al 50%, ben più alto che nel resto del Paese. Per questo abbiamo deciso di dedicare il 2011 ad una campagna per la raccolta delle dichiarazioni di volontà. I cittadini potranno scegliere, con assoluta serenità, se dire sì o no alla donazione dei propri organi, così come si fa per qualsiasi testamento. La scelta che faranno sarà registrata nel sistema informatico del Centro Nazionale Trapianti”.
torna su