indietro

L'OFTALMOLOGIA ITALIANA IN LUTTO

Il 28 dicembre scorso sono deceduti il prof Giovanni Rama e il prof. Stefano Pintucci.

07/01/2008
GIOVANNI RAMA è mancato la notte di venerdì 28 dicembre all'età di 83 anni, ricoverato a seguito di un lungo periodo di malattia. Nato a Lazise il 12 dicembre 1924, lascia la moglie Adriana e i figli Paolo, Stefano, Francesco ed Elena. Dentro di lui nacque, vent'anni fa, la Fondazione Banca degli Occhi di Mestre.Dentro di sé l'aveva pensata, creata, cresciuta, fino a farla diventare un punto di riferimento a livello internazionale. Lo ricorda così il Presidente di Fondazione Banca degli Occhi, Giovanni Mazzacurati: «Giovanni Rama è stato pioniere dei trapianti di cornea in Italia, all'avanguardia nella introduzione di nuove tecniche di chirurgia oculare e fondatore assieme alla Regione Veneto e a Piergiorgio Coin di Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, attualmente un centro di livello internazionale nel campo dei trapianti di cornea e dell'utilizzo di cellule staminali». «Partecipiamo con solidarietà al dolore della famiglia, quella del prof. Giovanni Rama è stata per noi una figura di elevatissimo profilo umano e professionale» ha affermato anche il Direttore Generale di Fondazione, Diego Ponzin. Da ricordare anche un grande obiettivo di solidarietà che perseguiva con grande determinazione e lo teneva impegnato da moltissimi anni: la missione di Wamba in Kenya. STEFANO PINTUCCI si è spento nel corso di una vacanza in Kenia. Un arresto cardiaco ha messo tristemente fine, a soli 48 anni, a una brillante carriera che lo ha visto alla ribalta nazionale e internazionale per le sue innovazioni nel campo dell’oftalmologia. In particolare Stefano Pintucci è stato il primo al mondo a mettere a punto la tecnica per la risoluzione definitiva con il laser ad erbio della presbiopia. Pioniere anche nel campo della cheratoprotesi, ossia il trapianto di cornea artificiale, che tramite la cornea da lui inventata e brevettata – ovvero la cornea di Pintucci – ha potuto ridare la vista a ciechi totali in tutto il mondo. Stefano Pintucci è stato un grande ricercatore italiano che con fondi propri ha fatto fare grandi passi all’oftalmologia italiana e internazionale senza mai risparmiarsi. Chiamato dai maggiori ospedali italiani e internazionali per risolvere interventi difficilissimi, di recente ha operato il primo caso di presbiopia con il laser ad erbio in Germania e nella Repubblica Ceca ha effettuato il primo intervento di cheratoprotesi della nazione, riscotendo ancora una volta consensi internazionali (vipas)
torna su