indietro

LA DONAZIONE DEGLI ORGANI E I TRAPIANTI NEL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO

Presentato dalla Commissione della Federazione Nazionale Ordini dei Medici nel corso dei lavori del Consiglio Nazionale tenutosi a Matera nei giorni scorsi.

04/07/2005
NUOVO CODICE DEONTOLOGICO: LA BOZZA DEL DOCUMENTO Verso un nuovo Codice Deontologico: la bozza è stata presentata dalla Commissione della FNOMCeO per la revisione e l'aggiornamento del Codice di Deontologia in occasione del Consiglio Nazionale, che si è tenuto a Matera dal 30 giugno al 2 luglio 2005 Trapianti Art. 38 - Donazione di organi - E’ obbligo etico-deontologico del medico la promozione della cultura della donazione di organi attraverso idonea informazione ai cittadini. Art. 39 - Prelievo di organi e tessuti Il prelievo di organi e tessuti da donatore cadavere a scopo di trapianto terapeutico può essere effettuato solo nelle condizioni e nei modi previsti dalla legge. Il prelievo non può essere effettuato per fini di lucro e presuppone l’assoluto rispetto della normativa relativa all’accertamento della morte e alla manifestazione di volontà del cittadino. Il trapianto di organi da vivente è una metodologia aggiuntiva e non sostitutiva del trapianto da cadavere, non può essere effettuato per fini di lucro e può essere eseguito solo in condizioni di garanzia per quanto attiene ai rischi, alla comprensione e alla libera scelta del donatore e del ricevente.
torna su