indietro

Marche Trapianti.

Via libera al progetto di sviluppo e potenziamento dell’attività di prelievo di organi e tessuti.

21/05/2014
Al progetto sono destinati 280mila euro. Previste anche attività di aggiornamento e formazione del personale dedicato al processo donazione-trapianto. Per l’assessore Mezzolani: “Bisogna incrementare quella che è una scelta civile e consapevole”. Con 508 trapiandi di cornee, 38 di fegato, 33 di rene e 1 trapianto di rene-fegato e con ottimi risultati di sopravvivenza e follow up, l'attività di trapianto e donazione di organi nelle Marche continua a vantare livelli sopra la media nazionale. Risultati soddisfacenti quindi, ma sempre da intensificare. E proprio nella direzione di incrementare quella che è una scelta civile e consapevole, la Regione Marche ha approvato il ‘Progetto di sviluppo e potenziamento dell’attività di prelievo di organi e tessuti’ destinando alla misura 280mila euro. “Questi dati, oltre all’aspetto trapiantologico vero e proprio, testimoniano il lavoro eccellente di monitoraggio e individuazione dei potenziali donatori – rileva l’assessore alla Sanità, Almerino Mezzolani – svolto dai Coordinamenti Locali del settore con la collaborazione delle Rianimazioni, coordinati dal Centro regionale Trapianti”. Preminente “il ruolo dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti Ancona nell’attività donativa – aggiunge l’assessore – e il contributo di tutti i Presidi dotati di rianimazione. Ottimi i risultati di Fabriano e validissima l’attività della Banca degli occhi di Fabriano che, con 508 cornee raccolte, ha superato i già eccellenti risultati del 2012 registrando una crescita oltre che quantitativa, anche qualitativa, dovuta all’acquisto di strumentazione di nuovissima generazione”. Il progetto prevede, tra le altre, attività di aggiornamento e formazione del personale dedicato al processo donazione-trapianto, elemento imprescindibile per ottimizzare le procedure necessarie nell’ambito del prelievo e trapianto di organi e tessuti. Formazione che va rivolta a tutti gli operatori sanitari, non solo al personale medico ed infermieristico delle Rianimazioni ma a quello del Pronto Soccorso e delle Medicine nell’ottica di migliorare anche il procurement di tessuti e cornee. Sempre nel settore, prosegue la campagna di sensibilizzazione organizzata in collaborazione con Federsanità Anci e Aido, inerente il progetto “Donazione organi: una scelta in Comune” ovvero la possibilità di dichiarare, in 9 Comuni delle Marche coinvolti nel progetto, la volontà di donazione al momento del rilascio o rinnovo della Carta di identità. Proseguono, inoltre, le campagne svolte nelle scuole primarie e secondarie del territorio regionale con la partecipazione di tutte le associazioni di volontariato che si impegnano nel settore della donazione in generale (oltre a organi e tessuti anche midollo, sangue, plasma, cordone ombelicale ecc.).
torna su