indietro

Morto il primo dializzato italiano.

Fu salvato nel 1965.

06/04/2010
É morto a 73 anni il primo paziente dializzato italiano al quale, nel 1965, è stata applicata la prima terapia artificiale per la purificazione del sangue. Giovanni Ferrigato di Pontecchio (Rovigo) era stato colpito da una “nefrite acuta” con blocco renale circa 45 anni fa, una malattia che allora non dava scampo. Per lui il professor Piero Confortini e il professor Ciro Dalla Rosa della Clinica Medica di Padova avevano costruito un rudimentale “rene artificiale”. Un apparecchio sperimentale, non privo di rischi sia per il paziente che per i medici, che ha permesso a Ferrigato di vivere oltre 45 anni. Anche se i reni non hanno più ripreso la loro funzione, la ricerca gli consentito di condurre una vita '”quasi normale” e di arrivare al trapianto renale nel 1987 presso il Centro Trapianti di Treviso diretto dal prof. Ciro Dalla Rosa. Era curato presso il Centro di Rovigo fin dal ‘77 dalla dottoressa nefrologa Annamaria Bernardi. (ASCA)
torna su