indietro

Morto l'uomo che da 6 mesi viveva “senza cuore”.

Non per problemi legati al suo cuore artificiale.

18/10/2012
È morto Jakub Halik, l'uomo che da oltre sei mesi viveva grazie a due pompe meccaniche in sostituzione del cuore. Halik, 37 anni, lo scorso aprile era stato sottoposto a Praga a un intervento chirurgico d'avanguardia, dopo la scoperta di una forma tumorale estremamente aggressiva. Halik, che era in attesa di un donatore per un trapianto, è deceduto a causa di una crisi epatica e non per problemi legati al suo cuore artificiale. Halik, un ex vigile del fuoco, riferisce la Bbc, nonostante non avesse pulsazioni e fosse costretto a portare continuamente con sé una batteria per alimentare il cuore meccanico, era stato in questi mesi in condizione di camminare e perfino di frequentare la palestra dell'ospedale. L'intervento al quale era stato sottoposto era stato tentato in precedenza solamente in un'occasione, su un paziente texano, che era sopravvissuto per una settimana. (Adnkronos)
torna su