indietro

NOTTE DI CAPODANNO: I PRIMI TRAPIANTI

Gli ospedali interesssati: Pescara, Palermo, Bergamo, Torino e Roma

01/01/2007
Decine di medici al lavoro nella notte di capodanno sono stati impegnati per prelievi e trapianti di organo. All'ospedale di Pescara erano stati prelevati gli organi di una bambina di 11 anni di Spoltore (Pescara) morta per le gravi ferite riportate in un incidente stradale avvenuto sabato scorso lungo l'autostrada A/25, nei pressi del casello Bussi (Pescara).    Nel pomeriggio era stata accertata la morte cerebrale della bambina: dopo il periodo di osservazione previsto dalla legge si é proceduto al prelievo. Il cuore e un rene sono sono andati all'ospedale Bambino Gesù di Roma, l'altro rene al policlinico di Padova a bimbo di 3 anni, il fegato ( diviso in due con la tecnica split) a Palermo e Bergamo, il pancreas a Torino.    All'ospedale Bambino Gesù di Roma a ricevere il cuore è stato un bambino di 8 anni di Subiaco affetto da una cardiomiopatia restrittiva; l'intervento coordinato dal cardiochirurgo Adriano Carotti è andato bene. A ricevere le due metà del fegato della piccola donatrice di Pescara sono stati una bimba di 6 mesi a Bergamo e un bambino albanese di 11 anni a Palermo. Il trapianto è durato 6 ore, ha detto il chirurgo Bruno Gridelli, dell'Ismett di Palermo; il bambino albanese era in gravi condizioni a causa di una rara malattia metabolica.
torna su