indietro

NUOVO FARMACO ANTIRIGETTO: RISULTATI INCORAGGIANTI PER IL RENE

Belatacept: la nuova molecola realizzata da Bristol Myers Squibb.

25/08/2005
Una nuova molecola antirigetto somministrata dopo un trapianto di rene é risultata promettente nel migliorare il funzionamento dellorgano trapiantato, in uno studio clinico comparativo internazionale pubblicato sull'ultimo numero del New England Journal of Medicine. Per il trattamento antirigetto dopo trapianto di organi si utilizzano, ormai da una trentina di anni, potenti farmaci come la ciclosporina A e il tacrolimus, con rischi di tossicita renale che puo portare anche allinsufficienza renale cronica, qualunque sia lorgano trapiantato. Lo studio e stato condotto su 218 pazienti, 73 dei quali trattati con la ciclosporina (gruppo di controllo) e gli altri con belatacept, nuova molecola sviluppata da Bristol Myers Squibb, somministrata in perfusione tutti i mesi o ogni due mesi. Dopo un anno di trattamento, i risultati hanno dimostrato che la funzione renale dei malati era significativamente migliore nel gruppo trattato con il belatacept, ed e stata osservata una riduzione della frequenza di nefropatie croniche da allotrapianto, prima causa di disfunzione cronica dei trapiantati renali. I risultati ottenuti sono molto incoraggianti -commentano i ricercatori - e aprono una nuova via terapeutica nei trapianti dorgano e per il trattamento di molte malattie autoimmuni. (vipas)
torna su