indietro

Padova, trapianto di cuore salva bimbo di 10 anni.

Intervento mai tentato prima.

14/06/2012
Un trapianto al cuore mai tentato prima d’ora ha permesso di salvare un bambino di 10 anni affetto sin dalla nascita da una cardiomiopatia, malattia del muscolo cardiaco. L’operazione è stata eseguita a Padova grazie alla collaborazione tra 4 strutture dell’Azienda ospedaliera veneta. Il piccolo è stato costantemente seguito dall’equipe di Cardiologia pediatrica diretta dalla professoressa Ornella Milanesi, con controlli periodici per ottimizzare la sua terapia medica durante la crescita e monitorare il cuore. Un peggioramento delle sue condizioni ha spinto i medici a operare. L’equipe di Cardiochirurgia pediatrica, diretta dal professor Giovanni Stellin, gli ha impiantato un apparecchio di assistenza ventricolare per sostenere il cuore: il VAD (Ventricular Assistence Device), che viene collegato al ventricolo accoppiandolo al cuore. Si tratta di un minuscolo apparecchio di nuova generazione mai impiegato in Italia sui bambini. Il nuovo “cuore artificiale” ha consentito al bambino di essere dimesso dalla Terapia Intensiva e di essere trasferito in degenza Trapianti, in attesa di un cuore nuovo. Dopo 49 giorni, il cuore del piccolo è stato espiantato assieme al “cuore artificiale” e sostituito con un organo adeguato al suo peso. (leggo.it)
torna su