indietro

PAVIA: CONVEGNO INTERNAZIONALE SULLE CELLULE STAMINALI

I lavori si terrano il 16 maggio nell'Aula Magna dell’Università e il17 maggio presso l’ Aula "R. Burgio" (Clinica Pediatrica) del Policlinico San Matteo.

14/05/2006
Organizzato dall’ Università degli Studi di Pavia(Dipartimento di Scienze Chirurgiche, Rianimatorie –Riabilitative e dei Trapianti d’organo e dipartimento di Biologia Animale), dal  Policlinico San Matteo e dalla Fondazione Internazionale Menarini, il convegno, inserito nei festeggiamenti per il centesimo anniversario del Nobel a Camillo Golgi, verrà inaugurato il 16 maggio alle ore 18 in Aula Magna dell’Università e proseguirà il 17 maggio presso l’ Aula "R. Burgio" (Clinica Pediatrica) del Policlinico San Matteo,  “La ricerca sulle Cellule staminali ha segnato uno dei più straordinari sviluppi della conoscenza del XX secolo, la cosiddetta “rivoluzione biologico-scientifica”, uno dei maggiori motori del progresso scientifico ed economico dei paesi avanzati. Tale rivoluzione deve molto al lavoro pionieristico di Camillo Golgi sulla struttura della cellula del sistema nervoso. Le scoperte di Golgi, portate avanti a Pavia, città dove ha vissuto, insegnato, fatto ricerca, hanno  portato all’assegnazione del premio Nobel per la Medicina nel 1906 e sono state il punto di partenza per ulteriori ricerche sulla cellula, da cui sono derivati paradigmi ancora oggi condivisi dalla comunità scientifica. L’utilizzo delle cellule staminali è ideale per la rigenerazione di organi e tessuti ed è stato indicato come possibile trattamento terapeutico di disfunzioni e lesioni causate dalla distruzione o dall’alterato funzionamento cellulare. La ricerca sulle cellule staminali degli organismi adulti ha dato anche ottimi risultati nel trattamento di malattie ematologiche, di ustioni e degenerazioni della cornea e della retina. I più recenti studi sulle applicazioni cliniche riguardano il trattamento del diabete mellito, del Parkinson, delle conseguenze dell’infarto e l’ambito del trapianto di organi. Un’enorme attività di ricerca che porterà nel giro di pochi anni a scoperte  cliniche di grande interesse.   Per abbreviare il gap tra fase sperimentale e applicazione è però indispensabile incentivare lo sviluppo di nuovi protocolli sulle cellule staminali. Gli organizzatori del convegno , Mario Viganò, Carlo Alberto Redi e Paolo Dionigi, intendono celebrare il contributo fondamentale che Golgi ha dato alla Scuola medico-scientifica pavese facendo il punto sui problemi fondamentali, sulle prospettive e sulle controversie legate alla ricerca sulle cellule staminali. Le conferenze e le sessioni di lavoro non riguardano solo i risultati più recenti sull’uso delle cellule embrionali, ma propongono anche un’analisi critica degli esiti delle prime applicazioni. Il convegno consente quindi di fare il punto sullo stato dell’arte, condividere esperienze e risultati e mettere in contatto direttamente i maggiori esperti del mondo, in prospettiva di un più ampia collaborazione nazionale e internazionale.”  (vipas)
torna su