indietro

PRIMO TRAPIANTO DI TIBIA IN ITALIA

Eseguito a Palermo, con una tibia fornita dalla banca delle ossa di Denver, Colorado.

12/02/2003
Ieri è stato eseguito il primo intervento in Italia di trapianto della tibia. L'operazione è stata effettuata da Benedetto Pinto, chirurgo ortopedico, presso la Clinica Orestano di Palermo. La tibia utilizzata è stata fornita dalla banca delle ossa Allosource di Denver, Colorado. La novità dell'intervento consiste nel fatto che la tibia, proveniente da un donatore cadavere, è stata trattata con una tecnica innovativa, che riduce notevolmente il rischio di rigetto. Al termine dell'intervento, il dottor Pinto, riferendosi alla tecnica di trattamento dell'osso da trapiantare, ha affermato che "l'unica struttura che fa questo tipo di intervento in Italia è il Rizzoli di Bologna, ma loro trattano le ossa con raggi gamma e non hanno la tecnica di sterilizzazione e lavaggio degli americani.". Una differenza sostanziale perché "radiando l'osso, si perdono tutte le caratteristiche chimiche e meccaniche per cui la resistenza non sarà idonea a sopportare i carichi". La nuova tecnica invece garantisce in misura maggiore la crescita e l'integrazione e quindi un migliore recupero della funzionalità. L'intervento inoltre è definitivo. Il dottor Pinto, che prossimamente trapianterà un femore, sempre proveniente dalla banca Allosource di Denver, su un paziente affetto da tumore, punta a creare una banca del tessuto osseo anche in Sicilia. "Potremmo permettere così agli altri colleghi di effettuare una tipologia di interventi che, altrimenti, non si potrebbe fare. Infatti la banca operante al Rizzoli, non riesce a soddisfare nemmeno le sue esigenze interne". (vipas)
torna su