indietro

REGNO UNITO: NUOVA REGOLAMENTAZIONE SUI TRAPIANTI

Più libertà ai medici, ma sarà creato anche un organo di vigilanza,

19/09/2006
La legge che regola il campo dei trapianti di organi nel Regno Unito sarà revisionata: così il governo spera di accelerare il processo e il numero delle operazioni. Secondo il nuovo Human Tissue A c t , i medici potranno seguire la volontà dei donatori e ignorare quella dei familiari, ma potrebbero rischiare tre anni di prigione se rimuovono e custodiscono «tessuto umano» senza consenso.Anche le cosiddette donazioni «altruistiche», vale a dire da sconosciuti, saranno ora accettate. Non solo, secondo la legge che sarà applicata in Inghilterra, Galles e N o r d Manda, escludendo così la Scozia, il furto di Dna diventerà un crimine. «Ci troviamo in una situazione in cui - spiega Chris Ridge, direttore di UkTransplant- la volontà di un donatore su dieci entra in contrasto con quella dei familiari e attualmente i medici devono rispettare la decisione dei familiari». Questo significa, continua, «lunghe liste d'attesa per persone bisognose e carenza di organi». Non solo, è da tempo, continua Ridge, «che il campo dei trapianti necessità ulteriore regolamentazione». Con l'entrata in vigore della nuova legge, sarà creato anche un organo di vigilanza, la Human Tissue Authority (Hta) che si occuperà, tra l'altro, di rilasciare licenze agli istituti specializzati in autopsie, alle scuole di anatomia, ai laboratori che usano tessuto umano per la ricerca e ai musei. (vipas)
torna su