indietro

Riconoscimenti a protagonisti della solidarietà legati all’AIDO

04/02/2020

A dimostrazione di quanto il Terzo settore e il volontariato siano oggetto di particolare attenzione da parte delle istituzioni italiane, recentemente a Giuseppe Distefano, Bertilla Troietto, Claudio Latino, e Stefano Lecca, persone con diverse responsabilità in ambito AIDO, sono stati attribuiti dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, gli alti riconoscimenti al merito della Repubblica.

Giuseppe Distefano, siciliano, particolarmente impegnato nella promozione della cultura del dono nelle scuole, si è meritato lo speciale riconoscimento di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica con molteplici motivazioni. In particolare, viene citato che: “ Trent'anni fa perse il figlio Luigi, aveva 15 anni, in un incidente stradale: con la moglie decise di donare gli organi e da allora si prodiga per sensibilizzare alla "cultura del dono". La motivazione recita: «per la sua dedizione e il suo encomiabile impegno nella divulgazione e promozione della cultura del dono degli organi».

Bertilla Troietto, Presidente Regionale AIDO del Veneto, “insegnante in pensione, si distingue da tempo per il forte impegno verso la cultura della donazione degli organi” è stata insignita dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica. La stessa Presidente regionale Troietto è particolarmente impegnata nella diffusione della cultura del dono nelle scuole e in tutti i contesti ove sia possibile operare per il bene e per la solidarietà verso il prossimo.

Claudio Latino, di Aosta, è Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: "Per lo straordinario impegno e la dedizione ai valori del volontariato in favore delle persone in condizioni di disagio". Lavora presso la Direzione regionale Valle d'Aosta di Trenitalia. Da sempre impegnato nel sociale: dal 2016 al 2017 è stato segretario nazionale dell'Aido (Associazione italiana per la donazione di organi); dal 2017 è Presidente del CSV (Centro di Servizio per il Volontariato) della Valle d'Aosta.

La motivazione dell’impegno e della solidarietà verso il prossimo in condizione di bisogno accomuna anche il riconoscimento a Stefano Lecca, nominato Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica per la sua particolare dedizione ai valori sociali e civili.

torna su